Umberto Marengo vince al Tour of Utah © Meter Group
Umberto Marengo vince al Tour of Utah © Meter Group

Colpo della Neri Sottoli: al Tour of Utah vince Umberto Marengo

La prima tappa in linea del Tour of Utah, la North Logan City-North Logan City di 139.9 km, è stata caratterizzata da una fuga a cinque: presenti Francesco Manuel Bongiorno (Neri Sottoli-Selle Italia-KTM), Sam Boardman (Wildlife Generation p/b Maxxis), Ignacio Prado (Canel’s Specialized), Travis Samuel (DC Bank) e Camden Vedicka (Wildlife Generation p/b Maxxis). Il gruppo non lascia spazio, concedendo loro meno di 3′; l’ultimo a venire riassorbito dal gruppo è stato Samuel, ripreso a circa 21 km dalla fine.

Quando mancavano 13 km al termine fora il capoclassifica James Piccoli, ma il canadese della Elevate-KHS, aiutato dai compagni di squadra Young e Castillo, riesce a rientrare dopo un inseguimento di oltre 5 km. A cercare di anticipare il gruppo sono Bernat Font (303 Project), Lorenzo Fortunato (Neri Sottoli-Selle Italia-KTM) e Thomas Revard (Hagens Berman Axeon), che iniziano la tornata finale di 11 km con 10″ ma il trio viene ripreso ai piedi dell’ultimo strappo, dove a lavorare la Trek-Segafredo senza però fare la differenza.

Gli ultimi 7 km sono tutti di discesa e pianura ma a 4.5 km dalla fine si muovono Lawson Craddock (EF Education First) e Sebastian Schönberger (Neri Sottoli-Selle Italia-KTM) a cui si accodano Griffin Easter (303 Project), Umberto Marengo (Neri Sottoli-Selle Italia-KTM) e João Almeida (Hagens Berman Axeon) e, in un secondo momento, Edwin Ávila (Israel Cycling Academy); i due corridori del team italiano non collaborano con gli altri e cercano di beffare la concorrenza, con Schönberger che parte ai meno 3 km.

L’austriaco entra all’ultimo km con qualche secondo sugli inseguitori dove il più attivo è Avila. Il colombiano lancia la volata ma il più rapido è Umberto Marengo: il piemontese, così come gli altri, supera Schönberger andando a vincere in maniera netta, ottenendo il primo centro della carriera tra i pro’ e una vittoria prestigiosa per la Neri Sottoli-Selle Italia-KTM.

Secondo è giunto Lawson Craddock (EF Education First), quindi alle loro spalle si sono classificati Edwin Ávila (Israel Cycling Academy), Griffin Easter (303 Project), João Almeida (Hagens Berman Axeon) e Sebastian Schönberger (Neri Sottoli-Selle Italia-KTM). Il gruppo, giunto a 6″, viene regolato da Travis McCabe (Worthy Pro Cycling) su Michael Rice (Hagens Berman Axeon), Ty Magner (Rally UHC Cycling) e Cole Davis (Hagens Berman Axeon).

In classifica Lawson Craddock strappa la maglia gialla a Piccoli, appaiandolo a pari tempo ma superandolo per questione di centesimi. Domani la Brigham City-Powder Mountain Resort di 135.8 km termina a oltre 2700 metri di altitudine, con la salita conclusiva di quasi 12 km con una pendenza media vicina al 9%. Scalatori puri alla riscossa, dunque.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

Versione stampabile