Jon Aberasturi vince alla Vuelta a Burgos © Vuelta a Burgos
Jon Aberasturi vince alla Vuelta a Burgos © Vuelta a Burgos

Jon Aberasturi vince la 2a tappa della Vuelta a Burgos, Nizzolo secondo resta leader

Una volata impressionante sullo strappo in pavé di Lerma ha dato a Jon Aberasturi la vittoria nella seconda tappa della Vuelta a Burgos: il 30enne velocista della Caja Rural s’è reso protagonista di un’accelerazione bruciante negli ultimi 400 metri all’insù e si è praticamente tolto di ruota tutto il gruppo andando a conquistare la sua terza vittoria stagionale, la sesta per la sua squadra.

Alla Vuelta a Burgos era in programma una tappa di 155 chilometri con partenza da Gumiel de Izán a Lerma con arrivo nel centro storico della cittadina spagnola. La tappa è stata animata da una fuga di Matthias Brändle (Israel Cycling Academy), Evgeny Kobernyak (Gazprom-Rusvelo), Iker Ballarin (Fundación Euskadi) e Daniel Viegas (Kometa): negli ultimi 27 km l’austriaco Brändle ha staccato uno dopo l’altro tutti i compagni di squadra ed ha tentato l’impresa di resistere da solo all’inseguimento del plotone, ma ha dovuto arrendersi a soli 1600 metri dall’arrivo.

Nel frattempo in gruppo c’erano state anche alcune accelerazione del Team Ineos per vedere se si potevano formare dei ventagli, ma le condizioni non erano ideali e così il gruppo si è presentato sostanzialmente compatto agli ultimi 400 metri in pavé. Nello sprint in salita non c’è stata storica e Jon Aberasturi ha addirittura messo 2″ di distanza tra sé ed il secondo classifica, l’italiano Giacomo Nizzolo (Dimension Data) che si è così confermato leader della classifica generale; terza posto per l’ecuadoriano Jonathan Narvaez, quarto Manuel Belletti (Androni), quinto Alex Aranburu. A seguire i cronometristi hanno rilevato un altro buco: la sesta posizione a 5″ è andata a Juan José Lobato (Nippo-Vini Fantini-Faizanè).

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

Versione stampabile