- Cicloweb - http://www.cicloweb.it -

CdM Cross, Iserbyt fa tre su tre a Berna. Tra le donne successo per Worst

In questo avvio di stagione, l’assenza dei dominatori del recente passato Van Aert e Van der Poel ha visto la prepotente crescita di un elemento, vale a dire Eli Iserbyt: in sette gare disputate, il belga ha centrato cinque vittorie e due secondi posti. Oggi, sul tracciato di Berna in quello che è stato il terzo appuntamento con la Coppa del Mondo, il ventunenne ha salutato la concorrenza quando mancavano più di due giri al termine, involandosi centrando la terza affermazione di fila nel massimo circuito internazionale.

Il podio di giornata è tutto belga e, casualmente, è la perfetta riproposizione di quello visto negli Stati Uniti a Waterloo: il campione nazionale Toon Aerts è secondo a 35″, Michael Vanthourenhout, ripresosi dopo l’influenza, è terzo a 44″. Quarto a 52″ il belga Quinten Hermans, quindi completano la top ten i neerlandesi Corné van Kessel a 1’01” e Lars van der Haar a 1’02”, i belgi Tim Merlier a 1’15” e Laurens Sweeck a 1’20”, il neerlandese Joris Nieuwenhuis a 1’23” e il belga Daan Soete a 1’38”.

Nella prova femminile la vittoria è andata a una delle grandi protagoniste di questo avvio di stagione, vale a dire Annemarie Worst. La campionessa europea, giunta ieri al piedi del podio a Boom, ha fatto la differenza sulla concorrenza, in un tracciato che l’anno scorso la vide salire sul gradino centrale del podio. Per la ventitreenne neerlandese si tratta della seconda affermazione stagionale.

Piazza d’onore a 33″ per l’altra orange Ceylin Del Carmen Alvarado mentre terza a 56″ è giunta la sorprendente britannica Anna Kay. Seguono la statunitense Kaitlin Keough a 1’09”, la neerlandese Yara Kasterlijn a 1’20”, la statunitense Katherine Compton a 1’26”, la ceca Katerina Nash a 1’42” e la belga Sanne Cant, ancora poco convincente, a 1’50”.

Nona piazza a 1’53” per la migliore delle italiana Eva Lechner mentre a completare la top 10 a 2’01” è la belga Laura Verdonschot. Complice un primo giro decisamente complicato, Alice Maria Arzuffi, vincitrice ieri a Boom, si deve accontentare del ventottesimo posto a 4’06”, dietro anche a una buona Sara Casasola, ventiseiesima a 3’41”.

La classifica generale maschile vede ovviamente in testa Eli Iserbyt con 240 punti davanti a Toon Aerts con 210, Michael Vanthourenhout con 178 e Quinten Hermans a 178. Tra le donne, l’esperta Katerina Nash continua a comandare con 198 punti davanti alla canadese Maghalie Rochette con 175, a Kaitilin Keough a 146 e ad Anna Kay con 141.