La gioia in casa Cycling Team Friuli dopo una vittoria © Photors.it
La gioia in casa Cycling Team Friuli dopo una vittoria © Photors.it

Definita la rosa del Cycling Team Friuli 2020, Nessler e Pietrobon gli ultimi arrivi

Con gli ultimi due inserimenti si completa la rosa del Cycling Team Friuli per la stagione 2020, in quella che sarà la seconda annata della compagine bianconera tra le Continental. Arrivano in squadra il trentino Martin Nessler, proveniente dalla Casillo Maserati, e il bellunese Andrea Pietrobon, visto in azione con la maglia della Zalf Euromobil Désirée Fior.

Queste le parole di Andrea Fusaz, responsabile del CTFLab: «Si tratta di due ragazzi che hanno dimostrato sulla strada tutto il proprio valore e che con il nostro team avranno l’opportunità di mettersi alla prova anche tra i professionisti. Abbiamo cercato a lungo due profili come quelli di Andrea e Martin e abbiamo avuto modo di valutarli in maniera approfondita. Sono due ottimi atleti, vantano già un palmares di tutto riguardo ma hanno ancora un enorme potenziale da sviluppare».

Il direttore sportivo Renzo Boscolo ha aggiunto: «Siamo convinti che il nostro metodo di lavoro e il fatto di poter contare sul supporto del CTFLab saranno due elementi decisivi per valorizzare al meglio questi due ragazzi. Ora la rosa è completa e la sfida in vista del 2020 è già aperta: possiamo contare su di un gruppo che rappresenta un giusto mix tra gioventù, talento ed esperienza. Sono sicuro che i ragazzi metteranno tutto il loro impegno per affermare il proprio valore in campo internazionale e anche negli appuntamenti del calendario professionistico».

La rosa del Cycling Team Friuli 2020 comprende quindici elementi: ai confermati Giovanni Aleotti, Davide Bais, Jacopo Cavicchioli, Matteo Donegà, Filippo Ferronato, Jonathan Milan e Gabriele Petrelli si aggiungono Pietro Aimonetto, Elia Alessio, Riccardo Carretta, Andrea De Biasi, Martin Nessler, Andrea Pietrobon, Edoardo Sandri e Matteo Vettor.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile