Il Portale del Ciclismo professionistico

Ciclismo femminile: sconcerto al Tour Languedoc Roussillon. Cancellato a 24 ore dalla prima tappa

Versione stampabile

Spesso, sempre più insistentemente e giustamente si parla di ciclismo femminile che deve crescere, di un mercato potenzialmente ottimo, della troppa poca visibilità che i media danno alle ragazze che pedalano e faticano, delle corse che non ci sono. Se poi quelle che ci sono scompaiono e quelle che dovrebbero essere disputate vengono cancellate ad un giorno dal via, quale credibilità si potrà mai conquistare? È il caso del Tour Languedoc Roussillon, gara a tappe francese di categoria 2.2, idealmente erede del defunto Tour de l'Aude. Il Languedoc Roussillon già nel 2012 venne annullato ed il gruppo virò (chi poteva, s'intende) sul Tour of Free State, in Sudafrica (sparito anche quello). Quest'anno il Tour Languedoc Roussillon pareva doversi disputare, le squadre stavano (stanno!) andando verso Carcassonne, quartier generale della corsa che si sarebbe disputata da domani 17 maggio a mercoledì 22. Ebbene, a meno di ventiquattr'ore dal via della prima frazione il Tour viene annullato. Pare (non esiste né un sito ufficiale della corsa, né sono stati emessi comunicati stampa) che la Gendarmerie non abbia concesso alla corsa, già costretta ad affrontare problemi economici, il permesso di essere disputata. La causa sarebbe la sicurezza, per garantire la quale la Gendarmerie stessa non avrebbe ricevuto alcun pagamento dall'organizzazione. In attesa di chiarimenti sull'accaduto ne escono danneggiate le squadre, già pronte ad affrontare una sei giorni in terra di Francia, ed alle quali una corsa in difficoltà economiche facilmente non rimborserà un bel niente, ma soprattutto il ciclismo femminile. Finché ci saranno casi del genere e corse annullate il giorno prima della prima tappa non vediamo perché un investitore dovrebbe pensare ad entrare in questo mondo. UCI, che dite, facciamo qualcosa?

RSS Facebook Twitter Youtube

31/Aug/2015 - 18:17
Giacomo Berlato prolunga il contratto con la Nippo-Vini Fantini fino al 2017

31/Aug/2015 - 17:34
Vuelta a España: un grandissimo Kristian Sbaragli vince in volata su John Degenkolb nella decima tappa. Tom Dumoulin conserva la maglia roja

31/Aug/2015 - 17:07
Vuelta: attacca Alessandro De Marchi sull'Alto del Desierto de las Palmas. Elissonde solo in testa a 18 km dall'arrivo

31/Aug/2015 - 16:58
Vuelta a España: fuga di 40 uomini nella prima parte della decima tappa. A 35 km dall'arrivo conduce Terpstra

31/Aug/2015 - 15:46
Arriva la conferma: Rigoberto Urán correrà nel 2016 con la Cannondale-Garmin

31/Aug/2015 - 15:39
World Tour: effetto Kristoff, e la Katusha balza in testa alla classifica a squadre. Italia sempre quarta tra le Nazioni

31/Aug/2015 - 15:02
UCI World Tour: dopo la vittoria di Plouay continua la risalita di Alexander Kristoff. Valverde sempre in testa

31/Aug/2015 - 14:31
Ciclomercato: accordo biennale tra la Bora-Argon 18 e l'austriaco Gregor Mühlberger

31/Aug/2015 - 11:19
Sonny Colbrelli rinnova il contratto con la Bardiani CSF per altre due stagioni

30/Aug/2015 - 20:15
Dilettanti, i risultati delle corse del weekend: 2 vittorie per la Zalf con Andreoletti e Rocchi

30/Aug/2015 - 19:41
Donne Open, la junior Martina Alzini sfreccia più veloce di tutte nella Giornata Rosa di Noventa di Piave

30/Aug/2015 - 18:19
Marko Kump vince anche la Croatia-Slovenia, a podio Filippo Fortin e Mattia Gavazzi

30/Aug/2015 - 18:17
Vuelta, Tom Dumoulin vince a Cumbre del Sol dopo uno spettacolare testa a testa con Froome e Rodríguez e va in testa alla classifica. Discreto Fabio Aru

30/Aug/2015 - 17:52
Schaal Sels: prima l'assurdo stop di un'ora, poi la vittoria da stagista di Robin Stenuit