- Cicloweb - https://www.cicloweb.it -

Riccardo Zoidl vince al Czech Tour dopo 180 km di fuga; Filippo Fortin è secondo

Numero clamoroso di Riccardo Zoidl nella seconda tappa del Czech Cycling Tour: la frazione di quasi 200 chilometri tra Olomouc e Frýdek-Místek è stata vinta dal corridore austriaco del Team Felbermayr-Simplon Wels al termine di una fuga fantastica iniziata dopo una ventina di chilometri di gara. Zoidl ha attaccato nelle fasi iniziali di corsa con il compagno di squadra e connazionale Daniel Lehner e con il tedesco Sebastian Baldauf della WSA Pushbikers ed il gruppo ha lasciato loro a cinque minuti di vantaggio.

Su una salita abbastanza impegnativa attorno a metà percorso hanno provato un contrattacco Edoardo Zardini e Matteo Rabottini, ma non sono riuscito a ricongiungersi ai tre battistrada che nel frattempo avevano aumentato notevolmente il ritmo. Negli ultimi 50 chilometri di gara Riccardo Zoidl è rimasto solo in testa e, complice la disorganizzazione del plotone, da due minuti il suo vantaggio è schizzato a cinque: ai meno 35 km l’austriaco aveva ancora 5’25” di vantaggio, ai meno 10 aveva un margine di sicurezza di 4’05” ed alla fine ha tagliato tutto solo il traguardo con due minuti esatti sul gruppo.

La volata per la seconda posizione è stata vinta da Filippo Fortin, compagno di squadra di Zoidl alla Felbermayr, davanti a Frantisek Sisr; tra gli italiani è arrivato anche il quinto posto di Paolo Totò (Sangemini), l’ottavo di Luca Pacioni (Wilier) e l’undicesimo di Enrico Barbin (Bardiani). Riccardo Zoidl ha conquistato la maglia di leader della classifica generale dopo che ieri aveva perso 1’23” nella cronometro a squadre inaugurale.