- Cicloweb - https://www.cicloweb.it -

Giro d’Italia Under 23, Ayuso vince anche a Sestola e si riprende la maglia

Dove eravamo rimasti? Nella cronometro di ieri, complice un problema alla sella, Juan Ayuso era incappato in una giornata poco brillante e aveva dovuto cedere la maglia rosa al britannico Ben Turner (Trinity Racing). Bene, oggi il diciottenne spagnolo del Team Colpack Ballan si è rifatto con gli interessi: vittoria nell’arrivo in salita di Sestola (sede di arrivo anche del Giro d’Italia 2021) e simbolo del primato nuovamente – e saldamente – sulle spalle. La quinta frazione del Giro d’Italia Under 23, 142 km con partenza da Fanano, hanno messo in evidenza che Ayuso – al secondo successo di giornata dopo quello della seconda tappa, il terzo per la squadra bergamasca – vuole conquistare la Corsa rosa e intende mettere il sigillo prima possibile.

Semplicemente superiore: così è apparso anche oggi il talento con già in tasca un contratto fino al 2025 con la UAE Team Emirates. Ai meno 7 km, quando davanti erano rimasti in sette – oltre a lui, Thomas Gloag e Ben Healy (Trinity Racing), Henri Vandenabeele (Development Team DSM), Yannis Voisard (Swiss Racing Academy), i fratelli Tobias e Anders Hallan Johannessen (Uno-X Dare Development Team) – Ayuso ha deciso che era giunto il momento. L’attimo in cui andarsene, subito dopo l’inizio dell’ultima salita di giornata, il Colle Passerino (prima categoria).

Healy era appena stato ripreso, lo spagnolo ha atteso che la situazione si stabilizzasse, poi ha attaccato: in un amen se n’è andato, soltanto Tobias Hallan Johannessen ha provato a tenere il suo ritmo, ma ai meno 5 km si è dovuto arrendere. Maturato presto un vantaggio di 11″ sul più immediato inseguitore e di 24″ sul drappello successivo, con la maglia rosa in difficoltà a 1’30”, Ayuso ha continuato a menare come un forsennato. Dopo aver scollinato per primo, negli ultimi 2500 metri ha fatto ancora la differenza: secondo, prestigioso successo in questo Giro d’Italia Under 23 con una dimostrazione di forza che non può che preoccupare gli avversari.

A completare la top ten di giornata, a 1’04” il norvegese Tobias Hallan Johannessen e l’irlandese Healy, a 1’21” il britannico Gloag, il belga Vandenabeele e il norvegese Anders Hallan Johannessen, a 1’35” lo svizzero Voisard, a 1’52” Alessandro Verre (Team Colpack Ballan), a 2’18” il neozelandese Reuben Thompson (Groupama-FDJ Continental).

Ayuso comanda la generale con 1’35” su Tobias Hallan Johannessen, 2’22” su Vandenabeele, 2’23” su Gloag, 2’31” su Verre, 2’43” sul belga Lennert Van Eetvelt (Lotto Soudal Under 23), 2’44” su Healy, 2’45” su Turner, 2’47” sul danese Asbjørn Hellemose (VC Mendrisio) e 2’48” su Filippo Baroncini (Team Colpack Ballan). Domani la sesta tappa: 176 km da Bonferraro di Sorgà a San Pellegrino Terme, la tappa più lunga dell’edizione 2021. Nel finale c’è l’unico Gpm di giornata, il Selvino (seconda categoria).