Gli azzurri durante la ricognizione del percorso di Rio © Federciclismo
Gli azzurri durante la ricognizione del percorso di Rio © Federciclismo

MTB, ufficializzati i nomi degli azzurri per Rio

Il commissario tecnico del settore MTB Hubert Pallhuber ha ufficializzato i nomi degli atleti italiani che saranno di scena ai prossimi Giochi Olimpici di Rio de Janeiro. A livello maschile l’Italia ha conquistato il numero massimo di posti, ossia tre: i prescelti sono Luca Braidot, Marco Aurelio Fontana e Andrea Tiberi. Tra le donne il solo posto disponibile è andato come previsto a Eva Lechner. Le riserve in patria sono Gerhard Kerschbaumer e Lisa Rabensteiner.

Pallhuber si è così espresso in merito alle proprie scelte: «Eva Lechner è senza dubbio la nostra migliore biker. In questi due anni ha vinto in Coppa del Mondo, ai Campionati del Mondo e continentali, dimostrandosi sempre all’altezza». Su Fontana il ct ha dichiarato: «Non ho mai avuto dubbi su di lui: alle Olimpiadi ha sempre fatto bene giungendo quinto a Pechino e terzo a Londra. I primi risultati della stagione hanno dimostrato che sta ritrovando la condizione ottimale».

«Luca Braidot» continua Pallhuber «è il ciclista che finora ha ottenuto i risultati migliori: 14° nella prima prova di Coppa del Mondo, 6° e 10° nelle due prove europee. Andrea Tiberi, al contrario, viene da un ottimo 2015 e quest’anno è stato penalizzato da problemi di salute, che però sembra aver completamente risolto. Ha esperienza internazionale e nel preolimpico di Rio, nell’ottobre scorso, ha chiuso al terzo posto, dimostrando un’attitudine a quel percorso da non sottovalutare».

Il percorso olimpico è molto veloce e tecnico; nelle prove preolimpiche di ottobre, nelle quali non erano comunque presenti tutti i migliori, Lechner vinse mentre Tiberi fu terzo tra gli uomini. La competizione femminile si terrà sabato 20 agosto dalle ore 17.30 italiane, medesima ora di inizio della competizione maschile di domenica 21 agosto (ultimo giorno dei Giochi).

Archivio

La vignetta di Pellegrini