Steven De Jongh © Getty Images
Steven De Jongh © Getty Images

Il ds della Trek Steven De Jongh irreperibile in bici. Grazie ai social viene ritrovato e soccorso

Spesso si dice che il mondo del ciclismo è una grande famiglia. Talvolta si esprime questo concetto a sproposito ma, talvolta, una frase simile corrisponde alla realtà. Oggi si è verificato un caso che testimonia più di tante parole tale idea. Attorno alle 16 di oggi Renee Meijer, moglie dell’ex corridore nonché direttore sportivo della Trek-Segafredo Steven De Jongh, ha lanciato sul proprio profilo Twitter questo messaggio allarmante in merito al marito, uscito al mattino in bici nei pressi della loro casa di Girona e diventato irrintracciabile a partire dalle 10.30.

Oltre alle autorità competenti, subito è partito il tam tam mediatico, con appassionati, giornalisti, corridori e squadre rivali a condividere questo appello. E grazie all’utilizzo di Strava, popolare app che registra le uscite in bici e che De Jongh stava usando, è stato possibile rintracciare il momento in cui è saltato il segnale del neerlandese e che, verosimilmente, rappresenta un luogo chiave per capire dove sia andato.

Poco dopo le 18 la moglie ha scritto il seguente tweet in cui spiega che l’elicottero impiegato nelle ricerche ha trovato Steven De Jongh incosciente ma ancora in vita, con respirazione e battito autonomo. In attesa di ulteriori informazioni sulle condizioni del quarantaquattrenne non si può che essere speranzosi.

Visita lo store di Cicloweb!

Ciclismo in Tv

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile