Clément Venturini primo, ma declassato: il successo a Groenewegen © 4 Jours de Dunkerque
Clément Venturini primo, ma declassato: il successo a Groenewegen © 4 Jours de Dunkerque

4 Jours de Dunkerque, Venturini primo ma declassato, la vittoria a Groenewegen

La seconda tappa della 4 Jours de Dunkerque, la Wallers-Saint Quentin di 177 km, è stata caratterizzata da una fuga a quattro. Presenti il danese Lasse Norman Hansen (Corendon-Circus), Emiel Vermeulen (Natura4Ever-Roubaix Lille Métropole), il polacco Przemyslaw Kasperkiewcz (Delko Marseille Provence) e il francese Romain Cardis (Total Direct Énergie).

A 11.5 km dalla fine, quando il gruppo è a soli 20″ di ritardo, Cardis decide di tentare tutto solo la fortuna, ma l’azione del parigino viene annullata a 3 km dalla conclusione. Si giunge così alla volata a ranghi compatti in leggera pendenza, dove a tagliare per primo il traguardo è Clément Venturini; il francese della AG2R La Mondiale si fa però largo in maniera irregolare, togliendo le mani dal manubrio.

E dopo diversi minuti di valutazione, la giuria opta per declassare l’ex crossista. La vittoria va dunque a Dylan Groenewegen (Team Jumbo-Visma), rimasto intruppato e uscito troppo tardi. Secondo Timothy Dupont (Wanty-Gobert), seguono Roy Jans (Corendon-Circus), Tom Van Asbroeck (Israel Cycling Academy), Jens Keukeleire (Lotto Soudal), Piet Allegaert (Sport Vlaanderen-Baloise), Mike Teunissen (Team Jumbo-Visma), Michael Van Staeyen (Roompot-Charles), Pieter Vanspeybrouck (Wanty-Gobert) e Pierre Barbier (Natura4Ever-Roubaix Lille Métropole). Dylan Groenewegen conserva la maglia rosa di capoclassifica.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile