Philippe Gilbert torna al successo in Lussemburgo © Twitter
Philippe Gilbert torna al successo in Lussemburgo © Twitter

Philippe Gilbert fa sua la seconda tappa del Tour de Luxembourg. Maurits Lammertink nuovo leader

Ha vissuto dei mesi difficili, dopo la lite in cui è stato suo malgrado coinvolto e che lo ha tagliato fuori dalle classiche delle Ardenne e dal Giro d’Italia; Philippe Gilbert è tornato oggi alla vittoria dopo quasi quattro mesi di digiuno. Il vallone del BMC Racing Team ha vinto la seconda tappa in linea del Tour de Luxembourg, disputata sulla distanza di 162 km fra Rosport e Schifflange.

Il belga ha superato in un finale a tre l’olandese Maurits Lammertink (Roompot-Oranje Peloton) e il lussemburghese Alex Kirsch (Stölting Service Group). A 3″ sono giunti il francese Romain Hardy (Cofidis, Solutions Crédits), i belgi Tosh Van der Sande (Lotto Soudal) e Pieter Vanspeybrouck (Topsport Vlaanderen-Baloise) e il danese Rasmus Guldhammer (Stölting Service Group). Completano la top 10 il neozelandese Dion Smith (ONE Pro Cycling), il belga Sébastien Delfosse (Wallonie Bruxelles) e il francese Anthony Turgis (Cofidis, Solutions Crédits), che hanno terminato a 6″.

A indossare la maglia di leader, complice la debacle del capoclassifica Jempy Drucker (BMC Racing Team) giunto terzultimo a 5′, è Lammertink: il giovane batavo ha 9″ di vantaggio su Gilbert e su Kirsch, 11″ su Vanspeybrouck, 16″ sull’australiano Alexander Edmondson (Orica GreenEDGE) e sul tedesco Alexander Krieger (Leopard Pro Cycling), 23″ sul veneto Marco Marcato e sul belga Gaëtan Bille, entrambi della Wanty-Groupe Gobert, 24″ sul connazionale e compagno di squadra Huub Duijn e 26″ su Turgis.

Domani la Eschweiler-Differdange di 177 km potrebbe regalare un ulteriore scossone alla graduatoria viste le tre ascese al Col de l’Europe (pendenza media dell’8%) negli ultimi 25 km.

Archivio

La vignetta di Pellegrini