Willie Smit dopo un successo in Spagna © Team Katusha-Alpecin
Willie Smit dopo un successo in Spagna © Team Katusha-Alpecin

C’è anche un sudafricano per il Team Katusha-Alpecin: ingaggiato Willie Smit

Prosegue l’internazionalizzazione del Team Katusha-Alpecin. La compagine una volta emblema del ciclismo russo sta continuando a rinunciare agli atleti di casa, aprendosi verso l’estero. E, in particolar modo, verso i paesi anglosassoni. Dopo lo statunitense Boswell, il britannico Dowsett e l’australiano Haas, ecco addirittura un sudafricano, vale a dire Willie Smit.

Visto in passato in Italia con la maglia della Vini Fantini, il sudafricano è stato grande protagonista al Mondiale di Bergen con una fuga di 180 km. Il ventiquattrenne, campione africano in linea, ha dichiarato: «L’obiettivo della mia carriera era quello di diventare un atleta World Tour. Dopo le vittorie di inizio anno ai campionati nazionali e continentali ero molto felice e mi sono deciso a viaggiare in Europa per mostrare il mio potenziale. Non è stato semplice disputare due calendari (quello locale in Spagna e quello UCI in Africa, ndr) ma ne è valsa la pena. Ringrazio la quadra per la fiducia in me riposta».

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile