Joan Bou in allenamento © Fundación Alberto Contador
Joan Bou in allenamento © Fundación Alberto Contador

Lo spagnolo Joan Bou passa professionista con la Nippo-Vini Fantini

Dopo i fratelli Damiano e Imerio Cima e il giapponese Hiroki Nishimura, la Nippo-Vini Fantini ufficializza il passaggio nel professionismo anche di Joan Bou. Il ventenne spagnolo proviene dalla Fundación Alberto Contador ed è un corridore completo, dotato di un discreto spunto veloce negli sprint a ranghi ristretti.

Un ruolo fondamentale nell’approdo in rosa lo ha avuto il direttore sportivo Stefano Garzelli, che segue il talento spagnolo sin dal 2013. Queste le parole del varesino: «Senza dubbio un corridore di grande talento, moderno, forte sia a cronometro che in salita e con ampi margini di miglioramento. Lo conosco da quando a 13 anni iniziò a pedalare e, vedendo anno dopo anno una progressione sportiva, ho voluto un suo avvicinamento al mondo professionistico nell’estate 2017 con la Vuelta a Burgos. Un grazie a Francesco Pelosi per aver dato a Joan la possibilità di dimostrare le sue grandi qualità».

Lo spagnolo ha così commentato il trasferimento: «Sono estremamente grato per la fiducia che il team ha riposto in me per i prossimi due anni. Il 2018 sarà la stagione del mio passaggio tra i professionisti, quindi non vedo l’ora di iniziare tutte le attività del team. Dopo aver corso con il team come stagista mi sono reso conto di poter essere di grande aiuto alla squadra e al leader in molte gare della prossima stagione. Come sempre mi allenerò molto per trovarmi nella miglior condizione possibile durante l’anno e, ovviamente, cercherò di dare il massimo affinché mi possa adattare al meglio al mondo professionistico».

Ciclismo in Tv

Non ci sono eventi imminenti.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile