Christophe Laporte sul podio all'Étoile de Bessèges © Étoile de Bessèges
Christophe Laporte sul podio all'Étoile de Bessèges © Étoile de Bessèges

Christophe Laporte pigliatutto all’Étoile de Bessèges: si prende la crono e la classifica

Il suo nome non è pubblicizzato come quello di altri connazionali simili ma Christophe Laporte sta iniziando a mostrare quella consistenza nel corso delle stagioni che pochi hanno: il francese ha chiuso il 2018 con sei successi e oggi, ad inizio febbraio, il suo pallottoliere segna già quota tre.

Dopo la volata di venerdì, il corridore della Cofidis Solutions Crédits ha conquistato oggi l’ultima tappa dell‘Étoile de Bessèges, l’abituale crono conclusiva di 10.7 km ad Alès. Nel tracciato con finale all’insù il ventiseienne ha impiegato 15’39”, superando per questioni di centesimi lo svedese Tobias Ludvigsson (Groupama-FDJ).

Dietro di loro, un divario netto: distacco di 13″ per Jimmy Janssens (Corendon-Circus) e Bauke Mollema (Trek-Segafredo), di 18″ per Sep Vanmarcke (EF Education First), di 20″ per Sebastian Langeveld (EF Education First), di 23″ per Yoann Paillot (St Michel-Auber 93), di 30″ per Fabio Felline (Trek-Segafredo) e Valentin Madouas (Groupama-FDJ) e di 32″ per Eliot Lietaer (Wallonie-Bruxelles).

La classifica finale della prova transalpina è giocoforza influenzata dall’andamento della tappa odierna, dato che le precedenti tre giornate si sono concluse con altrettante volate. Laporte sale sul gradino più alto del podio con 16″ su Ludvigsson; seguono Janssens e Mollema a 29″, Vanmarcke a 34″, Paillot e Langeveld a 36″, Madouas a 43″, Felline a 46″ e Lietaer a 48″.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini




Versione stampabile