Chris Harper fa suo il traguardo del Monte Fuji al Tour of Japan © Tour of Japan
Chris Harper fa suo il traguardo del Monte Fuji al Tour of Japan © Tour of Japan

Tour of Japan, sul Monte Fuji tappa e maglia per Harper. Ottavo Zaccanti

Se oggi al Giro d’Italia si arriva nell’inedito traguardo del Lago Serrù, al Tour of Japan la frazione si è conclusa nell’arrivo più iconico che ci sia nel paese del Sol Levante, vale a dire sul Monte Fuji. Come capita da diversi anni, gli organizzatori hanno previsto una minitappa in linea di 36 km con partenza nell’autodromo posto alle pendici e conclusione a quota 2000 metri.

A tagliare il traguardo in prima posizione, finalizzando il lavoro dei suoi compagni di squadra, è stato l’australiano Chris Harper. Il portacolori del Team Bridgelane ha distanziato di 28″ l’eritreo Metkel Eyob (Terengganu Cycling Team) e di 43″ l’esperto spagnolo Benjamín Prades (Team UKTO).

Esperienza a volontà anche nelle posizioni seguenti, con Nariyuki Masuda (Utsunomiya Blitzen) e José Vicente Toribio (Matrix Powertag) giunti a 51″ e Francisco Mancebo (Matrix Powertag) che ha pagato 1’06”. Settimo a 1’12” il sorprendente Fung Ka Hoo (HKSI Pro Cycling Team) mentre in ottava posizione a 1’20” è giunto Filippo Zaccanti (Nippo-Vini Fantini-Faizanè), che conserva la maglia di miglior scalatore. Chiudono la top ten Drew Morey (Terengganu Cycling Team) a 1’25” e Adrien Guillonnet (Interpro Cycling Academy) a 1’38”.

La classifica generale è modellata dall’andamento della tappa odierna: Chris Harper è il nuovo leader con 45″ su Prades, 46″ su Eyob e 51″ su Masuda. Domani è in programma un’altra frazione clou, con i dieci giri del circuito di 12.2 km a Izu da ripetere 10 volte; per ogni tornata ci sono ben sei strappi da affrontare, per una corsa che abitualmente spezza il gruppo in tantissimi tronconi.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini




Versione stampabile