Pieterse vince all'esordio con le élite tra due ali di folla
Ciclocross

Pieterse si colora di rosso, bianco e blu

Campionato neerlandese a Zaltbommel: percorso allagato e fangosissimo, tanta corsa a piedi e poca velocità. Sfida a tre fra Puck poi vincitrice, Alvarado seconda e Van Empel sorprendentemente terza

15.01.2023 15:00

Nella giornata dei campionati nazionali di ciclocross ce ne sono solitamente un paio che si stagliano sugli altri: quello élite maschile in Belgio e quello élite femminile nei Paesi Bassi. Nel paese dei tulipani si trovano praticamente ogni stagione a battagliare per il tricolore rosso, bianco e blu tutte le pretendenti al Mondiale e quindi la vittoria del titolo nazionale assume un valore di notevole prestigio. Nel 2023 è Zaltbommel ad ospitare la rassegna, e il percorso, complice gli aumenti di livello del fiume Waal e gli allagamenti, risulta durissimo. Impossibile percorrere in bicicletta diversi tratti, chi va forte a piedi risulta avvantaggiato. La sabbia, che in condizioni normali sarebbe stata la superficie padrona, deve lasciare spazio al fango, unico terreno protagonista del tracciato odierno.

In partenza Fem van Empel fa già capire a tutte di voler imporre il proprio ritmo alla gara e ben presto stacca la maggioranza delle partenti; solamente Ceylin Del Carmen Alvarado e Puck Pieterse riescono a starle dietro, mentre Lucinda Brand perde secondi dimostrando di non esser sostanzialmente migliorata un granché da fine novembre ad oggi nonostante il Mondiale di Hoogerheide, suo principale obiettivo stagionale, sia sempre più vicino. Dopo vari tira e molla, sul finire della terza tornata Pieterse prende il comando della corsa sfruttando la propria abilità di guida nel fango e guadagna terreno su Alvarado e Van Empel. La campionessa europea tenta di reagire nel quarto giro ma rimbalza malamente, venendo staccata anche da Ceylin nel quinto e ultimo round. 

Alla prima gara da élite e su un tracciato nettamente a suo sfavore Pieterse ottiene un successo importantissimo che oltre a regalarle una maglia di un certo peso le dà anche fiducia in vista dei prossimi appuntamenti.  Ceylin, un po' delusa per non essere riuscita a vincere, può anch'ella guardare al futuro con positività dopo aver dimostrato di poter tenere il passo delle giovani terribili senza B2B di mezzo. Amaro il bronzo di Van Empel, grande sconfitta di giornata; questa batosta potrà servirle per sfoderare a Benidorm, Besançon e soprattutto a Hoogerheide il meglio di sé. Completano la top five molto più distanti Denise Betsema e Annemarie Worst, la campionessa del mondo - nonché campionessa nazionale uscente - Marianne Vos viene detronizzata dal fango.

In Boca al lupo, Remco!
Lieuwe Westra, compagno di Nibali al Tour 2014, trovato morto ieri