Remco Evenepoel in azione nella crono di Albufeira © Volta ao Algarve
Professionisti

Evenepoel non fa sconti in Algarve: vince la crono, ipoteca la generale

Remco batte Magnus Sheffield e Stefan Küng ad Albufeira e strappa la maglia gialla a Dani Martínez. Quinto e sesto Mattia Cattaneo e Filippo Ganna

17.02.2024 18:05

Remco Evenepoel aveva troppa voglia di riscattarsi dopo quello che l'altro giorno ha vissuto come uno smacco, ovvero la sconfitta patita da parte di Dani Martínez sull'Alto da Fóia dopo che lui aveva apparecchiato tutto per lasciare una prima zampata alla Volta ao Algarve. Oggi il fuoriclasse belga aveva a disposizione un terreno molto amico, ovvero una cronometro di media distanza e di interessanti saliscendi.

E Remco non ha tradito, distanziando tutti a partire da uno dei nuovi fenomeni delle crono (Magnus Sheffield), proseguendo con gli uomini di classifica che domani potrebbero dargli fastidio all'Alto do Malhão, compreso lo stesso Martínez, che ha accusato 52" e ha dovuto cedere a Evenepoel il simbolo del primato.

Nel giorno dell'ottima prova di Mattia Cattaneo, quinto al traguardo, non è risultato particolarmente contento della propria prestazione Filippo Ganna, sesto a 48" dal vincitore ed evidentemente non ancora al top della condizione.

Volta ao Algarve 2024, la cronaca della quarta tappa

Filippo Ganna impegnato nella crono di Albufeira © INEOS Grenadiers-Getty Images Sport
Filippo Ganna impegnato nella crono di Albufeira © INEOS Grenadiers-Getty Images Sport

Una cronometro di 22 km in una gara a tappe di cinque giorni ha sempre la possibilità di incidere profondamente sulla classifica, e quella di oggi ad Albufeira, quarta frazione della Volta ao Algarve 2024, non ha fatto eccezione. Su un percorso da interpretare, non totalmente piatto e anzi comprendente un paio di strappetti impegnativi (per quanto brevi: ma ideali per spezzare il ritmo), abbiamo assistito a un continuo turnover di corridori sulla hot seat.

Il primo ad arrivare al traguardo, Diogo Oliveira (ABTF Betão-Feirense), ha chiuso in 35'45", dopodiché si sono avvicendati in testa alla prova Euclides Chingui (APHotels & Resorts/Tavira/SC Farense) con 32'01", João Martins (Rádio Popular-Paredes-Boavista) con 31'57", Daniel Babor (Caja Rural-Seguros RGA) con 31'32". L'ingresso in gara degli uomini da World Tour ha siglato un primo balzo in avanti, con Edward Theuns (Lidl-Trek) che ha siglato un 29'03", superato poi da Julien Vermote (Visma-Lease a Bike) in 28'56", Matteo Trentin (Tudor) in 28'26" e Arthur Kluckers (Tudor) in 28'18". Un po' deludente, in questa fase, il 28'29" dello specialista Stefan Bissegger (EF Education-EasyPost).

Quindi sono entrati in scena i grossi calibri. Isaac Del Toro (UAE Emirates) ha preso la testa della classifica provvisoria col tempo di 27'46", prestazione che gli ha permesso di distanziare tra gli altri Geraint Thomas (INEOS Grenadiers) - autore di uno scialbo 29'02" e poi gli italiani più attesi oggi: Filippo Ganna (INEOS), pur transitato per primo agli intertempi del km 7 e del km 17, è finito 10" dietro al messicano, provvisoriamente secondo ma poi subito sopravanzato dal 27'55" di Mattia Cattaneo (Soudal-Quick Step).

Sheffield alza l'asticella, Evenepoel è l'unico a superarlo

Molto meglio il compagno di Pippo, il 21enne Magnus Sheffield, che con 27'25" ha alzato di tanto l'asticella. Si sono dovuti piegare all'americano tanto Stefan Küng (Groupama-FDJ), temporaneamente secondo con 27'38", quanto i più lontani Wout van Aert (appena 28'09" per il belga della Visma, che comunque non si aspettava exploit da se stesso) o Ben Healy (EF Education-EasyPost), che ha fatto segnare un 27'57".

Restava a quel punto solo Remco Evenepoel (Soudal) ad avere la possibilità di superare Sheffield. E il Campione del Mondo contro il tempo non ha fatto sconti: 27'09" per lui dopo aver dominato anche agli intertempi facendo valere in particolare un'ottima parte centrale della crono: 4" era il suo vantaggio su Magnus al primo rilevamento, 16" al secondo, ovvero il distacco che ha poi grossomodo dato allo statunitense all'arrivo.

Il riepilogo: Remco ha vinto la crono di Albufeira con 17" su Sheffield, 29" su Küng, 37" su Del Toro, 47" su Cattaneo, 48" su Ganna, 49" su Healy e 52" sulla maglia gialla Daniel Martínez (BORA-Hansgrohe). Thomas Pidcock (INEOS) si è piazzato 26esimo a 1'31", Sepp Kuss (Visma) 32esimo a 1'39". In classifica Evenepoel precede di 48" Martínez, di 1'12" Jan Tratnik (Visma), decimo di tappa, di 1'18" Van Aert e Küng, di 1'21" Healy.

Domani la quinta e ultima tappa della Volta ao Algarve 2024 sarà il classicissimo arrivo dell'Alto do Malhão: partenza da Faro, 165.8 km in totale e un continuo su e giù, sebbene su srtappi non trascendentali; comunque si passerà una prima volta dal Malhão ai -24. La salita misura 2.5 km e sfiora il 10% di pendenza media. L'anno scorso s'impose Thomas Pidcock, che però era più avanti di condizione rispetto a oggi.

Results powered by FirstCycling.com

Tirreno-Adriatico 2024 - Analisi del percorso
Elisa Balsamo chiude come aveva aperto: braccia alzate alla Setmana Valenciana