Stig Broeckx sul palco al fogliofirma © Belga
Stig Broeckx sul palco al fogliofirma © Belga

La felicità dopo il coma: Stig Broeckx torna a visitare i compagni della Lotto

Vi ricordate di Stig Broeckx? Il corridore della Lotto Soudal caduto il 28 maggio 2016 durante la penultima tappa del Giro del Belgio, rimasto a lungo in coma vegetativo. Inizialmente le speranze di un miglioramento erano nulle e si temeva l’irreversibilità della sua condizione. Tuttavia, con il passare dei mesi, il ventisettenne ha compiuto un recupero insperato anche per gli stessi medici curanti.

Settimana scorsa Broeckx è tornato a far visita ai suoi vecchi compagni di squadra, prendendo parte ad un meeting. Il responsabile sanitario del team Servaas Bingé ha dichiarato ad un’emittente radiofonica belga: «In principio la situazione era disperata; pensare a questo quando una settimana fa ha mangiato assieme ai suoi amici è stato fantastico. Abbiamo trascorso una bella serata tutti assieme. A un certo punto gli ho chiesto come stesse, e mi ha risposto che è felice. Suo papà mi ha riferito un aneddoto sulla sua tenacia: durante la riabilitazione doveva pedalare per mezzora. Ogni volta, però, continuava a riazzerare il cronometro per poter pedalare più a lungo».

E sull’ipotesi di un suo eventuale ritorno alle competizioni, il medico si mantiene ovviamente estremamente cauto, non escludendo però completamente un suo clamoroso rientro stabile nel mondo del ciclismo.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile