Il podio del campionato slovacco monopolizzato dalla Tinkoff: vince Sagan ma è Juraj © Tinkoff
Il podio del campionato slovacco monopolizzato dalla Tinkoff: vince Sagan ma è Juraj © Tinkoff

In Slovacchia vince Sagan… ma è Juraj! Tra i cechi affermazione per Kreuziger

Come da consuetudine Repubblica Ceca e Slovacchia condividono la disputa del campionato nazionale in un unico evento: quest’anno in Moravia, precisamente a Kyjov, si è assistito al dominio della Tinkoff che poteva schierare la bellezza di cinque atleti. Nella gara riservata ai cechi il successo è andato a Roman Kreuziger che, sorprendentemente, coglie così il suo primo alloro in carriera: a 4″ ha terminato l’altro grande favorito, ossia Zdenek Stybar (Etixx-Quick Step), mentre il gradino più basso del podio va a Martin Hunal (Whirlpool-Author), lontano 52″.

Nel finale con Kreuziger e Stybar c’era anche un corridore slovacco, ossia Sagan. Ma, si badi bene, che non si tratta del campione del mondo Peter; bensì del fratello maggiore Juraj che ha così colto a sorpresa il primo titolo nazionale e, contemporaneamente, la sua prima vittoria assoluta in quasi otto stagioni tra gli élite. Secondo a 41″ il più noto Peter, per un giorno all’anno in versione gregario; la festa della Tinkoff si completa con il terzo posto di Michal Kolar, arrivato a 2’46”.

Dalla Slovacchia si passa alla Slovenia e a Ihan è arrivato il giorno giusto per Jan Tratnik: il ventiseienne, che qualche anno fa pareva un talento dal sicuro avvenire (tanto che nel 2011 fu in rosa nella Quick Step), ha vinto il suo primo titolo nazionale in linea. Il corridore della Amplatz-BMC era in fuga assieme a Primoz Roglic il quale suo malgrado ha forato all’ultimo giro: l’ex saltatore del Team LottoNl-Jumbo è poi stato ripreso dagli inseguitori e ha chiuso quinto preceduto nell’ordine da Luka Mezgec (Orica GreenEDGE), David Per (Adria Mobil) e dal campione uscente Luka Pibernik (Lampre-Merida).

In Serbia torna ad essere incoronato campione nazionale Nikola Kozomara; dopo il primo alloro nel 2012 il ventiquattrenne ha fatto suo il titolo nazionale in linea superando Nebosja Jovanovic (Massi-Kuwait) e Dejan Maric.

Quinto titolo nazionale in linea per Ioannis Tamouridis: il più forte corridore nella storia del ciclismo greco ha vinto quest’oggi precedendo il campione uscente Polychronis Tzortzakis e Stylianos Farantakis. Per il trentaseienne della Synergy Baku, che aveva già fatto suo il titolo a cronometro, si tratta addirittura della quindicesima maglia di miglior ellenico sommando le due specialità.

Archivio

La vignetta di Pellegrini