Luca Wackermann © Bardiani CSF
Luca Wackermann © Bardiani CSF

Luca Wackermann torna in Italia: nel 2017 correrà per la Bardiani CSF

Quarto acquisto per la Bardiani CSF: la formazione della famiglia Reverberi annuncia, dopo i neoprofessionsti Vincenzo Albanese, Marco Maronese e Niccolò Pacinotti, l’arrivo di Luca Wackermann. Il ventiquattrenne, che ha firmato un contratto annuale, è stato grande protagonista in questo 2016 con la maglia dell’Al Nasr-Dubai riuscendo a raccogliere nove vittorie, cifra che gli permette di guidare la classifica degli italiani plurivittoriosi dell’anno.

Le parole del lombardo che risiede in Toscana sono state: «Ho accettato con entusiasmo la proposta della Bardian CSF, la miglior squadra che potessi trovare per rilanciare le mie ambizioni. Ha una storia importante alle spalle ed è una formazione solida molto apprezzata. Ha permesso a tanti giovani di affermarsi e costruirsi una carriera: questa è la strada che vorrei percorrere. Ho cinque anni di professionismo alle spalle, condizionati purtroppo da una serie di piccoli problemi fisici, ma ora mi sento pronto per il definitivo rilancio». Il neoacquisto ha poi aggiunto: «L’esperienza che sto vivendo con il team Al Nasr-Dubai è molto formativa. Sto correndo con continuità, senza fastidi fisici, posso confrontarmi con un ambiente globale e acquisire un bagaglio di conoscenze che metterò a disposizione della Bardiani-CSF. Le ambizioni in vista del 2017 sono tante. Voglio ripagare la fiducia che Reverberi ha riposto in me e dimostrare di poter competere nel ciclismo che conta. Un desiderio? Correre il Giro d’Italia, sarebbe il top»

Patron Bruno Reverberi ha aggiunto: «La scelta di ingaggiare Wackermann è una sorta di eccezione per il GreenTeam, perché non si tratta di un dilettante, ma perfettamente in linea con la nostra filosofia. È un corridore ancora giovane, seppur professionista da anni, e di indubbio talento. Il nostro obiettivo è far sbocciare il suo potenziale inserendolo in gruppo giovane, amalgamato e ambizioso. Abbiamo visto in lui una grande voglia di rilancio e gli daremo il miglior supporto affinché possa riuscirci».

Archivio

La vignetta di Pellegrini