Elia Viviani vincitore dell'Omnium a Rio 2016 © AP - Victor R. Caivano
Elia Viviani vincitore dell'Omnium a Rio 2016 © AP - Victor R. Caivano

L’UCI rivoluziona il settore pista: Omnium ridotta a quattro prove, ecco la Madison femminile

Al termine di una due giorni di lavoro a Doha, il comitato di gestione dell’UCI ha ufficializzato alcune modifiche riguardanti il ciclismo su pista, la BMX e la mountainbike.

Per quanto riguarda la pista, è stata introdotta nel panorama dei Campionati del mondo la prova femminile della Madison, portando così alla perfetta parità di prove tra i sessi. Inoltre, è stato cambiato il punteggio assegnato per ogni giro guadagnato in tale evento, che diventa di 20 punti (come nella Corsa a Punti) e con i punteggi assegnati via sprint ogni 10 giri (anziché ogni 20 come era finora). La modifica è stata introdotta, si legge, per rendere più agevole la comprensione del meccanismo agli spettatori. I punti che verranno assegnati nella volata conclusiva sia nelle Madison che nelle Corse a Punti raddoppieranno con lo scopo di rendere viva la gara sino alla fine.

Un’altra importante modifica nel settore pista riguarda l’Omnium che viene radicalmente cambiato: verranno disputate quattro prove (Scratch, Corsa a Tempo, Eliminazione e Corsa a Punti) nel medesimo giorno. La gara è quindi ora pesantemente e volutamente stata trasformata in un evento endurance, con lo scopo di rendere più equilibrato tale settore rispetto alla velocità.

La gara della Velocità individuale permetterà di partecipare a 28 atleti anziché a 24 come accadeva sinora, garantendo ai quattro migliori tempi delle qualificazione di andare direttamente agli ottavi di finale.

Nelle gare del Chilometro maschile e dei 500 metri femminile due atleti gareggeranno in contemporanea durante le fasi di qualificazioni mentre le finali saranno disputate con un atleta in pista per volta.

Nel Keirin, il momento in cui il derny si sposta passa da 2 giri e mezzo a 3 giri, con la volontà di rendere più tattica la corsa. Sono state inoltre rese più chiare le regole in merito alla tempistica di sorpasso del veicolo a motore, problematica emersa prepotentemente in occasione dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro.

Per rendere l’Inseguimento a Squadre più compatto nei tempi, durante le qualificazioni correranno contemporaneamente due team. Sono state eliminate le finaline riservate al quinto e all’ottavo posto.

Un nuovo round iniziale è stato aggiunto nella Velocità a squadre per rendere simile il format a quello dell’Inseguimento a squadre. Sono state meglio chiarite le regole in merito alle squalifiche e alle false partenze.

Un nuovo format è stato approvato per la Coppa del Mondo di BMX Supercross con lo scopo di rendere più agevole la comprensione agli spettatori. Sono stati infine introdotto cambiamenti nelle prove di Downhill, con la riduzione del numero di atleti in gara nelle finali e con l’incremento dei punti necessari per partecipare alle prove di Coppa del Mondo.

Tags

Archivio

La vignetta di Pellegrini