Filippo Pozzato in un momento di relax © Twitter
Filippo Pozzato in un momento di relax © Twitter

Pozzato: «Se vinco il Fiandre me lo tatuo in fronte»

È uno dei corridori (suo malgrado) più divisivi del ciclismo internazionale. C’è chi lo venera e chi non lo sopporta. Filippo Pozzato ama (e sa) sempre far parlare di sé. E, dopo la più che buona prestazione di ieri, il vicentino è stato protagonista di una particolare intervista rilasciata al quotidiano Het Nieuwsblad.

Il tema della chiacchierata con il trentacinquenne azzurro è stato quello degli amati tatuaggi. Come noto il vicentino ha fatto spesso visita al suo tatuatore di fiducia. Il quale ha ampiamente avuto da fare con lui.

Numerosi i motivi religiosi. Sono presenti l’Ave Maria nella parte inferiore della schiena, i volti di Gesù Cristo e della Madonna e la rappresentazione della chiesa di Sandrigo sull’avambraccio. Riportati anche i nomi dei genitori (Carlo e Franca) e la data in numeri romani riportante la vittoria alla Milano-Sanremo.

Non mancano neppure frasi motivazionali, fra cui la nota “Only God can judge me” (solo Dio mi può giudicare) che campeggia sulla schiena. E a tutti questi, in caso di vittoria domenica al Giro delle Fiandre, se ne aggiungerà un altro. Il corridore della Wilier Triestina ha promesso che si farà un nuovo tatuaggio in fronte.

Solo per vedere l’effetto, non si può che tifare per lui.

L'intervista in fiammingo a Filippo Pozzato © SportWereld
L’intervista in fiammingo a Filippo Pozzato © SportWereld

Archivio