Rohan Dennis in azione sulle strade del Giro © Tim De Waele
Rohan Dennis in azione sulle strade del Giro © Tim De Waele

Giro d’Italia, Rohan Dennis perde più di cinque minuti a Cagliari

L’australiano Rohan Dennis era venuto a questo Giro d’Italia con l’intenzione di testarsi a fondo sull’arco delle tre settimane provando magari a fare classifica fino in fondo: le ambizioni del corridore della BMC però si sono infrante ancora prima di arrivare sulle montagne. Nel finale della terza tappa da Tortolì a Cagliari la Quick-Step Floors ha creato il caos con i ventagli e Rohan Dennis è stato vittima di una caduta, dovuta ad una sbandata per il forte verto trasversale, proprio nel momento peggiore.

Alla fine sul traguardo di Cagliari, il corridore australiano classe 1990 è arrivo con un ritardo di 5’22” dal vincitore di oggi Fernando Gaviria: probabilmente da adesso il poi i suoi piani per il Giro cambieranno abbastanza radicalmente, mentre la BMC si affiderà esclusivamente allo statunitense Tejay Van Garderen per fare classifica fino a Milano.

Di altri pesci grossi rimasti staccati nei ventagli non ce ne sono stati: hanno perso contatto velocisti come Jasper Stuyven e Kristian Sbaragli che erano nei primi 10 dopo le prime due tappe, Dario Cataldo ha lasciato per strada 1’17”. Continuano ad accusare minuti gli scalatori della Cannondale-Drapac, ad eccezione di Formolo, e della Gazprom-RusVelo che potrebbero avere così libertà d’attacco in montagna. Ultimo posto di tappa, a 6’45”, per Matteo Busato.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini




Versione stampabile