Rodolfo Torres e Iván Sosa dopo la seconda tappa del Tour of Bihor Bellotto © Mihai Cazacu
Rodolfo Torres e Iván Sosa dopo la seconda tappa del Tour of Bihor Bellotto © Mihai Cazacu

Tour of Bihor, vince ancora la Androni con Torres. Secondo Luca Chirico

Come un anno fa l’Androni Giocattoli domina la frazione montagnosa del Tour of Bihor Bellotto. Nella Oradea-Stana de Vale di 86 km a vincere è stato Rodolfo Torres; il colombiano, che un anno fa fu secondo (ma su altro traguardo) dietro al compagno di squadra Egan Bernal, ritrova quella vittoria che gli mancava dall’aprile 2010 quando si impose nella settima tappa della Vuelta Mexico.

In seconda posizione a 28″ si è classificato il primo azzurro, ossia il lombardo Luca Chirico (Torku Sekerspor), al primo podio nella nuova esperienza. Terzo posto, anch’egli a 28″, per un altro elemento della Androni come il diciannovenne colombiano Iván Ramiro Sosa. Quarto posto a 44″ per il moldavo Cristian Raileanu (Nazionale moldava) quindi un terzetto di azzurri.

Dal quinto al settimo posto hanno terminato Enrico Anselmi (Big Hunter Seanese) a 1’13”, Davide Gabburo (Big Hunter Seanese) e Leonardo Moggio (Cipollini Iseo Serrature) a 1’24”. Nono Mattia Melloni (Cyclingteam Friuli), anche lui a 1’24”. Completano la top 10, rispettivamente ottavo e decimo, il tedesco Florian Bissinger (WSA Greenlife) e il bulgaro Aleksandar Aleksiev (Nessebar).

Nel tardo pomeriggio in programma una breve cronometro di 1900 metri a Oradea, con Torres che partirà con la magli di leader. Per il latinoamericano 30″ di margine su Chirico e 32″ su Sosa.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile