Martin Velits fuori gara alla Cadel Evans Great Ocean Road Race 2017 © Tim de Waele
Martin Velits fuori gara alla Cadel Evans Great Ocean Road Race 2017 © Tim de Waele

Il Tour of Guangxi sarà l’ultima corsa in carriera per Martin Velits

Dopo undici stagioni tra i professionisti, per Martin Velits è giusto il momento di dire basta. Il fratello gemello del più noto Peter, sul podio nel 2010 alla Vuelta a España e ritiratosi l’anno passato, ha trascorso le ultime sei annate in maglia Quick Step Floors, dove si è messo in luce come uno dei gregari più affidabili su tutti i terreni. Ora ha deciso di ufficializzare il ritiro, per intraprendere nuove sfide.

Il trentaduenne slovacco, in una lettera aperta, scrive: «Sento che è il momento di chiudere il sipario sulla mia carriera. Sono professionista dal 2007 e fare quello che più mi piace per così tanto tempo è stato stupendo. Mi sento fortunato nell’aver trascorso un periodo così felice assieme a tanti campioni. Tuttavia, il momento giusto è arrivato: volevo smettere mentre ero ancora in forma, quando ero ancora appassionato del mio mestiere. Ho valutato i pro e i contro, ma la scelta è stata facile. Meglio un po’ prima che troppo tardi, per cui ecco qui».

L’ex HTC prosegue: «La scelta adottata dal mio gemello Peter ha pesato in questa decisione: lui è stato vittima di tanti infortuni, e non è stato fortunato. Allenarsi senza di lui è diventato difficile, e questo l’ho sentito quest’anno. Mi mancherà molto l’ambiente della Quick Step Floors, ormai una seconda famiglia. Mi mancheranno tutte le persone che fanno parte di questo gruppo per il clima che siamo riusciti a creare. Non mi mancheranno invece i viaggi, la pressione, gli allenamenti. Ora la mia ultima sfida è il Tour of Guangxi, in un paese che ha rappresentato la mia prima esperienza al di fuori dell’Europa. Ed è bello che sia anche l’ultimo in cui gareggerò».

Ciclismo in Tv

Non ci sono eventi imminenti.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile