Mondiali su Pista 2018

  • Per l’ottava volta nella storia, è l’Olanda ad ospitare i Campionati del Mondo su Pista: l’ultima volta era stata nel 2011 e proprio come allora la rassegna di svolgerà al velodromo Omnisport Apeldoorn, prontamente riparato dopo i danni subiti il mese scorsi per via del forte vento. Per quanto riguarda il ciclismo su pista quest’estate inizierà ufficialmente il percorso di qualificazione a Tokyo 2020 e questi Mondiali sono quindi l’ultima occasione per gareggiare liberi dalla pressione di dover fare punti a tutti i costi per non fallire l’appuntamento con la rassegna olimpica.

    Per quanto riguarda gli atleti in gara, ad Apeldoorn ci sarà quasi tutto il meglio che il ciclismo su pista può offrire in questo momento con qualche defezione solo nella selezione australiana: ad aprile, infatti, proprio in Australia si terranno i Giochi del Commonwealth e quindi i tecnici nazionali hanno scelto di inviare a questi Mondiali un contingente estremamente ridotto (ma comunque di altissimo livello) per preservare tutti gli altri per l’evento di casa. Nazioni come Gran Bretagna, Canada e Nuova Zelanda, che saranno poi anche ai Giochi del Commonwealth, non hanno optato per questa strategia.

    Nel settore velocità si prevedono grandissime sfide. Tra gli uomini attenzione all’australiano Matthew Glaetzer che ha fatto registrare tempi sensazionali nell’ultimo periodo ma sulla sua strada avrà il colombiano Fabian Puerta, il malese Azizulhasni Awang, i francesi Quentin Lafargue e François Pervis, i britannici Philip Hindes e Jason Kenny, i “soliti” tedeschi Joachim Eilers, Robert Forstemann e Maximilian Levy, la sempre pericolosa Olanda di Matthijs Buchli e ancora Edward Dawkins e Sam Webster per la Nuova Zelanda o il possente russo Denis Dmitriev che però non avrà con sé il neocompagno di nazionale Shane Perkins che avendo cambiato passaporto di recente non può essere iscritto a questa rassegna iridata. Tra le donne fari ancora puntati Kristina Vogel e Miriam Welte, spettacolare coppia tedesca, ma le possibili rivali si chiamano Daria Shmeleva e Anastasia Voinova (Russia) e ancora Stephanie Morton (Australia), Nicky Degrendele (Belgio), Tianshi Zhong (Cina), Katy Marchant (Gran Bretagna), Wai Sze Lee (Hong Kong), Simona Krupeckaite (Lituania) mentre l’Olanda schiererà Elis Ligtlee solo nei 500 metri.

    Anche per quanto riguarda il settore di endurance non c’è che l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda i grandi nomi. In campo maschile citiamo i francesi Morgan Kneisky e Benjamin Thomas, i soliti britannici al via con una squadra molto numerosa che punta forte sul quartetto ma anche su Chris Latham e Callum Skinner, e poi ancora lo spagnolo Albert Torres, l’olandese Jan Willem Van Schip, i belgi Moreno De Pauw e Kenny De Ketele, l’inseguitore tedesco Dominic Weinstein o i sempre pericolosi danesi. Tra le donne attenzione all’Inseguimento a Squadre dove si potrebbero far segnare grandi tempi: la Gran Bretagna schiera Laura Kenny e Katie Archibald, gli Stati Uniti rispondono con Chloe Dygert; numerosa anche la presenza di grandi campionesse anche della strada come Jolien D’Hoore, Kirsten Wild, Annemiek Van Vleuten, Amalie Dideriksen, Katarzyna Pawlowska e Olga Zabelinskaya.

  • Dedichiamo un capitolo a parte all’Italia che nel 2011 nella precedente rassegna iridata di Apeldoorn conquistò un argento e un bronzo, mentre l’anno scorso tornò da Hong Kong con tre medaglie, una per ogni metallo: l’obiettivo, non facile, sarà quindi di provare a migliorare leggermente il bottino magari approfittando anche di un pizzico di fortuna. Sulla carta, le opzioni migliori per gli azzurri sono tre: Rachele Barbieri è la campionessa del mondo uscente nello Scratch, ha vinto in Coppa del Mondo e negli ultimi anni nella stessa specialità ha dominato a livello europeo tra le Under23; nell’Inseguimento Individuale maschile ci sarà Filippo Ganna, oro nel 2016 a Londra e argento l’anno scorso a Hong Kong; partono con l’obiettivo del podio anche Maria Giulia Confalonieri e Letizia Paternoster nella Madison femminile, motivate dopo la vittoria in Coppa del Mondo a Minsk. Certo, il ciclismo su pista sa sempre essere imprevedibile ed i favoriti non hanno mai vita facile.

    Molto competitivo e affidabile è anche il quartetto dell’Inseguimento a Squadre femminile, ma sulla propria strada incontrerà Gran Bretagna e Stati Uniti che sembrano fuori portata per le nostre e pure il Canada è molto forte. Più altalenanti sono state invece le prestazioni del quartetto maschile che però ad Apeldoorn si presenta nella formazione tipo: l’assenza dell’Australia rende i giochi per il podio molto più aperti e anche i nostri possono provare a sognare. Nell’Omnium dovremmo schierare Simone Consonni ed Elisa Balsamo, attenzione anche alla stellina azzurra Letizia Paternoster che disputerà anche la Corsa a Punti. Una menzione la meritano anche Elena Bissolati e Miriam Vece: non andranno a podio, ma è grazie a loro se l’Italia è presente anche nella velocità.

    UOMINI:
    Bertazzo Liam (Wilier Triestina)
    Coledan Marco (Wilier Triestina)
    Consonni Simone (Uae Team Emirates)
    Ganna Filippo (Uae Team Emirates)
    Lamon Francesco (Team Colpack)
    Plebani Davide (Team Colpack)
    Scartezzini Michele (Sangemini – M.G. K Vis)
    Viganò Davide (Ctfriuli)

    DONNE:
    Alzini Martina (Astana Women’s Team)
    Balsamo Elisa (G.S. Fiamme Oro)
    Barbieri Rachele (G.S. Fiamme Oro)
    Bissolati Elena (Racconigi Cycling Team)
    Cavalli Marta (Valcar Pbm) (Riserva)
    Confalonieri Maria Giulia (G.S. Fiamme Oro)
    Frapporti Simona (G.S. Fiamme Azzurre)
    Guderzo Tatiana (G.S. Fiamme Azzurre)
    Manzoni Gloria (Eurotarget – Bianchi – Vitasana) (Riserva)
    Paternoster Letizia (G.S. Fiamme Azzurre)
    Pattaro Francesca (Bepink) (Riserva)
    Valsecchi Silvia (Bepink)
    Vece Miriam (Valcar Pbm)

  • Tutta la manifestazione sarà trasmessa sui canali di Eurosport e RaiSport: per scoprire gli orari di ogni giornata consultate la guida tv di Cicloweb

    Le finali
    Mercoledì 28 – dalle 18.30
    Scratch donne
    Velocità a squadre donne
    Velocità a squadre uomini

    Giovedì 1 – dalle 18.30
    Inseguimento a squadre uomini
    Scratch uomini
    Keirin uomini
    Inseguimento a squadre donne

    Venerdì 2 – dalle 18.30
    Corsa a punti uomini
    Inseguimento uomini
    Velocità donne
    Omnium donne

    Sabato 3 – dalle 18.30
    500 metri donne
    Madison donne
    Inseguimento donne
    Velocità uomini
    Omnium uomini

    Domenica 4 – dalle 13.30
    Corsa a punti donne
    Chilometro uomini
    Keirin donne
    Madison uomini

  • OriArgentiBronziTotale
    1Australia35311
    2Francia3115
    3Russia314
    4Gran Bretagna2215
    4Germania2215
    6Stati Uniti2114
    7Nuova Zelanda1225
    8Belgio1135
    9Italia1113
    10Polonia112
    11Malesia11
    12Olanda314
    13Colombia22
    14Repubblica Ceca112
    15Spagna11
    15Hong Kong11

Il programma delle gare

Inseguimento a squadre donne
  • Mercoledì 28, ore 14.00: Qualificazioni
    Giovedì 1, ore 18.30: Primo Turno
    Giovedì 1, ore 20.45: Finali
Inseguimento a squadre uomini
  • Mercoledì 28, ore 15.20: Qualificazioni
    Mercoledì 28, ore 20.40: Primo Turno
    Giovedì 1, ore 19.25: Finali
Velocità a Squadre donne
  • Mercoledì 28, ore 18.30: Qualificazioni
    Mercoledì 28, ore 20.05: Primo Turno
    Mercoledì 28, ore 21.00: Finali
Velocità a Squadre uomini
  • Mercoledì 28, ore 19.05: Qualificazioni
    Mercoledì 28, ore 20.15: Primo Turno
    Mercoledì 28, ore 21.10: Finali
Scratch donne
  • Mercoledì 28, ore 19.45: Finale
Scratch uomini
  • Giovedì 1, ore 19.50: Finale
Velocità donne
  • Giovedì 1, ore 14.30: Qualificazioni
    Giovedì 1, ore 15.30: Sedicesimi di finale
    Giovedì 1, ore 16.25: Ottavi di finale
    Giovedì 1, ore 18.55: Quarti di finale
    Venerdì 2, ore 19.20: Semifinali
    Venerdì 2, ore 20.20: Finali
Velocità uomini
  • Venerdì 2, ore 13.30: Qualificazioni
    Venerdì 2, ore 14.30: Sedicesimi di finale
    Venerdì 2, ore 16.10: Ottavi di finale
    Sabato 3, ore 14.20: Quarti di finale
    Sabato 3, ore 19.15: Semifinali
    Sabato 3, ore 20.30: Finali
Keirin donne
  • Domenica 4, ore 11.00: Primo turno
    Domenica 4, ore 11.45: Ripescaggi
    Domenica 4, ore 13.30: Secondo turno
    Domenica 4, ore 14.50: Finali
Keirin uomini
  • Giovedì 1, ore 15.10: Primo turno
    Giovedì 1, ore 16.05: Ripescaggi
    Giovedì 1, ore 19.10: Secondo turno
    Giovedì 1, ore 20.35: Finali
Omnium donne
  • Venerdì 2, ore 14.10: Scratch
    Venerdì 2, ore 16.30: Tempo Race
    Venerdì 2, ore 19.25: Eliminazione
    Venerdì 2, ore 20.25: Corsa a Punti
Omnium uomini
  • Sabato 3, ore 14.40: Scratch
    Sabato 3, ore 16.25: Tempo Race
    Sabato 3, ore 18.50: Eliminazione
    Sabato 3, ore 20.50: Corsa a Punti
Inseguimento Donne
  • Sabato 3, ore 15.15: Qualificazioni
    Sabato 3, ore 20.205: Finali
Inseguimento Uomini
  • Venerdì 2, ore 15.05: Qualificazioni
    Venerdì 2, ore 20.00: Finali
Corsa a Punti donne
  • Domenica 4, ore 13.35: Finale
Corsa a Punti uomini
  • Venerdì 2, ore 18.30: Finale
500 metri donne
  • Sabato 3, ore 14.00: Qualificazioni
    Sabato 3, ore 18.30: Finale
Chilometro uomini
  • Domenica 4, ore 11.15: Qualificazioni
    Domenica 4, ore 14.15: Finale
Madison donne
  • Sabato 3, ore 19.20: Finale
Madison uomini
  • Domenica 4, ore 15.00: Finale

Visita lo store di Cicloweb!

Dal nostro Store

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile