Chris Froome prima di salire sul podio finale del Giro d'Italia 2018 © LaPresse - Marco Alpozzi
Chris Froome prima di salire sul podio finale del Giro d'Italia 2018 © LaPresse - Marco Alpozzi

Ranking UCI, Froome nuovo leader, Viviani sale al terzo posto. Italia sempre al comando

La conclusione del Giro d’Italia ha portato ad una rivoluzione nel ranking UCI individuale. Basti pensare che nelle prime 80 posizioni solo in 4 casi non vi sono stati cambiamenti. È variata anche la leadership ora passata, come ampiamente prevedibile, a Christopher Froome: il britannico del Team Sky, detentore contemporaneamente di Tour, Vuelta e Giro, è in fuga con 4918.43 punti, cifra che gli consente di rimanere in vetta fino al termine del Tour (valutando poi l’andamento della Grande Boucle).

Seconda posizione per Peter Sagan (Bora Hansgrohe) che cede la vetta mantenendo quota 3753 punti. Terzo posto che rimane ad un corridore italiano, ma non è il medesimo dell’ultima settimana: sale sul gradino più basso del podio Elia Viviani. Il veronese della Quick Step Floors, grazie all’ottimo Giro disputato, vanta 3354 punti.

Salgono tutti di una posizione Greg Van Avermaet (BMC Racing Team) con 2734.57, Alexander Kristoff (UAE Team Emirates) con 2631, Michael Matthews (Team Sunweb) con 2528, Tim Wellens (Lotto Soudal) con 2470 e Alejandro Valverde (Movistar Team) con 2434. Data l’assenza dal Giro e la perdita dei punti ottenuti nel 2017, scende dal terzo al nono posto Vincenzo Nibali (Bahrain Merida), ora a quota 2433.

Decimo Romain Bardet (AG2R La Mondiale) con 2183 punti mentre Tom Dumoulin (Team Sunweb), non riuscito a confermare il titolo del Giro, passa dall’ottavo all’undicesimo posto con 2065 punti. Rimane quindicesimo con 1934 punti il terzo italiano, Diego Ulissi (UAE Team Emirates).

Nella classifica per nazioni prosegue la leadership italiana. Dopo la Corsa Rosa, però, il punteggio è leggermente diminuito: gli azzurri ora guidano con 15277.57 punti. È tuttavia aumentato il margine sul primo inseguitore: il Belgio è infatti secondo con 14179.07 punti, arretrando nel confronto di più di un centinaio di punti.

Rincula la Francia, sempre terza ma calata a 11636 punti, discorso che vale per i Paesi Bassi, quarti e scesi a quota 10808. Passa da settima a quinta la Gran Bretagna: trascinati da Froome e Yates i sudditi di Sua Maestà vantano ora 9929.9 punti, sufficienti per scavalcare la Spagna, sesta con 9791, e la Colombia settima con 9179 punti.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile