Podio e festeggiamenti a Roselaere © Nieuws Roselaere
Podio e festeggiamenti a Roselaere © Nieuws Roselaere

André Looij il più veloce al Grote Prijs Jean-Pierre Monseré

Si conclude il volata il Grote Prijs Jean-Pierre Monseré, criterium recentemente diventato corsa professionistica che si tiene a Roselaere dedicata allo sfortunato corridore di casa,  il quale morì da campione del mondo a soli 23 anni nel 1971. A vincerlo, l’olandese André Looij, velocista della Monkey Town: il 23 enne ha battuto il giovanissimo Pierre Barbier (Roubaix Lille Metropole), fratello di Rudy della Ag2r,  il più esperto Kenny Dehaes (WB Veranclassic),  l’olandese Yoeri Havik, della continental Vlasman CT ed il 20enne belga Sasha Weemaes, neoprofessionista della Sport Vlaanderen – Baloise e campione nazionale under 23 a cronometro.

Per Looij, in cerca di rilancio dopo 3 anni alla Roompot, si tratta del secondo successo stagionale dopo la Himmerland Rundt.

 

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile