Travis McCabe conquista la terza tappa del Tour of Utah © Twitter
Travis McCabe conquista la terza tappa del Tour of Utah © Twitter

Tour of Utah, McCabe si ripete su Philipsen. Quinto Imerio Cima

La terza tappa in linea del Tour of Utah si è disputata fra Antelope Island e Layton City sulla distanza di 186.7 km. La fuga di giornata si è formata solamente dopo oltre 50 km, con dieci elementi a comporla: presenti gli statunitensi Jonathan Clarke (UnitedHealthcare) e Gage Hecht (Aevolo), gli australiani Brendan Canty (Team EF Education First-Drapac), Lucas Hamilton (Mitchelton-Scott) e Michael Rice (Hagens Berman Axeon), il messicano Tony Baca (303 Project), il canadesi Rob Britton (Rally Cycling), l’italiano Damiano Cima (Nippo-Vini Fantini-Europa Ovini), il lussemburghese Laurent Didier (Trek-Segafredo) e il neozelandese Hamish Schreurs (Israel Cycling Academy).

Il gruppo non lascia spazio, tanto che a 30 km dalla conclusione il gap è di soli 40″. A 25 km dalla conclusione due dei corridori più esperti dell’azione, vale a dire Britton e Clarke, attaccano: mentre gli altri vengono ripresi, i due provano il colpaccio, entrando negli ultimi 10 km con 30″. Dietro lavorano le varie Continental (in particolar modo la Jelly Belly p/b Maxxis), che riescono a ricucire e andare a riassorbirgli a 8 km dalla fine.

L’unico che prova ad evitare lo sprint è William Clarke (Team EF Education First-Drapac), che scatta ai meno 2.9 km e riesce a comandare la contesa fino ai meno 1.3 km. A preparare la volata è la Hagens Berman Axeon: i giovanissimi mettono tre uomini a disposizione di Philipsen, pilotandolo al meglio.

A rompere i loro piani ci pensa un vecchio volpone come Lucas Sebastián Haedo: l’argentino lavora per il capitano di casa UnitedHealthcare, vale a dire Travis McCabe, il quale si lancia in una bellissima volata alla pari con Jasper Philipsen. Lo statunitense prevale sul belga di mezza bicicletta, ripetendo così il successo ottenuto martedì.

Terza posizione per il colombiano Edwin Ávila (Israel Cycling Academy), davanti al messicano Ulises Castillo (Jelly Belly p/b Maxxis). Quinta piazza per l’azzurro Imerio Cima (Nippo-Vini Fantini-Europa Ovini), quindi seguono il canadese Pier André Coté (Silber Pro Cycling), gli statunitensi Sam Bassetti (Elevate-KHS Pro Cycling), Ty Magner (Rally Cycling), Neilson Powless (Team LottoNL-Jumbo) e Kiel Reijnen (Trek-Segafredo).

In classifica situazione invariata con Sepp Kuss (Team LottoNL-Jumbo) che continua a comandare con 21″ sul compagno di squadra e connazionale Neilson Powless. Domani altra frazione dedicata alle ruote veloci nella capitale dello stato, Salt Lake City, per complessivi 109.4 km.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile