Gavin Mannion alle prese con le interviste © YouTube
Gavin Mannion alle prese con le interviste © YouTube

Colorado Classic, Mannion vince la cronoscalata e si prende la vetta della classifica

La seconda tappa del Colorado Classic si è disputata in maniera individuale, dato che era contro il tempo. Non una cronometro semplice, però, quanto una cronoscalata di discreta lunghezza e nel quale poter spingere un lungo rapporto. Ad imporsi al termine dei 15.9 km di Vail è stato Gavin Mannion.

Il ventiseienne statunitense della UnitedHealthcare si è reso protagonista di una bella prova e con il tempo di 25’41” ha ottenuto la seconda affermazione stagionale. Il passista-scalatore del Massachusetts ha preceduto di 11″ il compagno di squadra Serghei Tvetcov, lui specialista delle prove contro il tempo.

Dietro di loro c’è già un bel gap: terzo posto a 21″ per il britannico Hugh Carthy (Team EF Education First-Drapac), quindi Joe Dombrowski (Team EF Education First-Drapac) a 25″, Damien Howson (Mitchelton-Scott) a 27″, Daniel Martínez (Team EF Education First-Drapac) a 29″, James Piccoli (Elevate-KHS) a 42″, Rob Britton (Rally Cycling) a 48″, Toms Skujins (Trek-Segafredo) a 51″ e Alexander Cataford (UnitedHealthcare) a 53″.

Ventunesimo di tappa a 1’31”, invece, il giovane Gage Hecht: il ventenne della Aevolo, ieri vincitore con una bella azione, deve ovviamente abbandonare tutti i sogni. Mannion, con questo risultato, balza in vetta alla classifica generale.

Domani appuntamento con la tappa, sulla carta, più impegnativa: partenza e arrivo a Denver con cinque salite di diversa difficoltà nella fase centrale. Nella parte conclusiva dei 161.9 km in programma, però, una lunga fase fra discesa e pianura sino all’arrivo.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile