Gli italiani e il ciclismo: i tanti modi di vivere lo sport

Il ciclismo: uno sport in crescita tra le passioni degli italiani

Cresce, tra gli italiani, l’amore e l’attitudine pratica verso il ciclismo, uno sport storico, che ha regalato tante soddisfazioni al paese e che, da decenni, fa parte integrante della sua storia sportiva.

Tante sono le specialità di questo sport, dal ciclismo su strada a quello su pista, dal ciclocross (ovvero quello “fuori strada”) fino alla mountain bike, che ha conosciuto il suo apice di diffusione tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta. E ancora, da menzionare altre discipline, dalla BMX fino al ciclismo indoor, dal trial al paraciclismo, per una scelta così ampia da permettere a tutti di praticare e appassionarsi a uno sport che fa parte del nostro costume fin dall’Ottocento (la prima gara in Italia, ovvero la Firenze-Pistoia, risale infatti al 1870).

A questo proposito i numeri provenienti dalle ricerche sono piuttosto significativi: secondo le cifre presentate da un’indagine di mercato condotta da ESP GroupM Consulting e Sinottica TSSP il ciclismo e la mountain bike riscuotono un duplice successo, come dimostrano i seguenti numeri:

  • quasi 2 milioni di ciclisti regolari
  • oltre 5 milioni di appassionati, che dichiarano di seguire questo sport, da praticanti oppure semplicemente da tifosi
  • quinto posto del ciclismo nella classifica degli sport maggiormente praticati dagli italiani, con una percentuale che supera l’8 per cento
  • oltre 70 mila tesserati alla Federazione Ciclistica Italiana soltanto nell’anno 2016, con preferenza delle specialità della mountain bike e della bici da strada

Tra le motivazioni di questa attitudine crescente verso il mondo della bici, ecco quali sono le principali, sempre secondo la ricerca di cui sopra: il 22 per cento del campione considerato interpreta il ciclismo come uno sport strettamente agonistico, mentre il 19.5 per cento dello stesso ritiene importante l’apporto di questa disciplina al benessere psicofisico dell’atleta e della persona in generale.

 

Passione ciclismo: un’attitudine che si manifesta in molti modi
Se dunque esistono gli atleti di professione – o coloro che comunque operano a livelli agonistici – tanto quanto i puri e semplici appassionati di questo sport, è pur vero che il seguito del ciclismo si manifesta anche attraverso altri canali, come ad esempio i mezzi di comunicazione principali.

Se, a questo proposito, la copertura televisiva e, in generale, mediatica, riservata alle gare più importanti – primo tra tutti il prossimo Giro d’Italia – è piuttosto compatta e diffusa, non manca anche l’attenzione all’interno del mondo delle scommesse, così come dimostrano i siti online dedicati, nei quali è possibile puntare sulle gare e magari approfittare delle quote maggiorate per moltiplicare le vincite delle scommesse online. E non finisce qui: anche il mondo della scuola e, in via più ampia, dell’educazione, recepisce sempre di più l’importanza di uno sport ormai nel cuore degli italiani: a Prato, ad esempio, una recente iniziativa ha introdotto negli istituti scolastici l’utilizzo della bici, con tanto di lezioni di educazione al codice della strada, sia per i pedoni che per i ciclisti. Tra i temi dell’incontro anche un focus sul ciclismo ecologico e sul benessere generale che la pratica di questo sport comporta, in ogni caso. E anche il comparto della vendita delle bici all’estero, compresi gli accessori, ha raggiunto un una quota di export pari a 600 milioni di euro, in base ai numeri del rapporto diffuso da Confartigianato lo scorso anno.

 

I prossimi appuntamenti: dove seguire al meglio le gare più importanti

Gli interessati e appassionati al ciclismo sono dunque in aumento, a vario titolo.

E, visto che i momenti più importanti del ciclismo nazionale e internazionale si avvicinano, e dato il fatto che queste gare sono sempre più seguite a livello mediatico, ecco alcuni modi per poterle seguire al meglio.

Grazie a Eurosport e RAI la maggior parte della stagione sarà alla portata dei tifosi, dal World Tour alla Ciclismo Cup 2019.

Ecco un calendario utile riferito ai prossimi mesi, comprensivo del seguitissimi appuntamenti relativi al Giro d’Italia e al Tour de France:

Maggio
1/5 – GP Francoforte 1.UWT (Eurosport – RAI)
11/5 – 2/6 – GIRO D’ITALIA 2.UWT (Eurosport – RAI)
12-18/5 – Tour di California 2.UWT (Eurosport)

Giugno
9-16/6 – Giro del Delfinato 2.UWT (Eurosport – RAI)
12-16/6 – Giro del Belgio 2.HC (Eurosport)
13-23/6 – Giro d’Italia U23  (Differita RAI)
19-26/6 – Tour di Slovenia 2.1 (Eurosport)

Luglio
25-14/7 – Giro Rosa  (Differita RAI)
6-12/7 – Tour d’ Austria 2.1 (Eurosport)
6-28/7 – TOUR DE FRANCE 2.UWT (Eurosport)
27-31/7 – Giro di Vallonia 2.HC (Eurosport)

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile