Peter Sagan saluta i tifosi © Bettiniphoto - Luca Bettini
Peter Sagan saluta i tifosi © Bettiniphoto - Luca Bettini

Peter Sagan annuncia: «Nel 2020 sarò al Giro d’Italia»

Era una speranza che i tifosi italiani covavano da tempo e, finalmente, tale desiderio si trasformerà in realtà nella prossima primavera: per la prima volta in carriera Peter Sagan parteciperà al Giro d’Italia, come comunicato dalla sua squadra pochi minuti fa in occasione della presentazione del percorso dell’edizione 2020 della Corsa Rosa.

Dopo otto Tour de France e quattro Vuelta a España, dunque, l’asso della Bora Hansgrohe conoscerà anche l’unico grande giro a cui ha sempre rinunciato, complice anche il calendario solitamente focalizzato sulle classiche delle pietre. Oltre al possibile, se non probabile, gettone di presenza garantito da RCS Sport (come accadde in passato in altri casi, come ad esempio con Lance Armstrong nel 2009), l’edizione 103 del Giro ha potuto contare anche sulla vicinanza tra la grande partenza da Budapest e la Slovacchia, con la natia Zilina che dista circa 250 km dalla capitale magiara. Sagan sarà inoltre in gara, come per lui di consueto, anche al Tour de France 2020.

Queste le parole del tre volte campione del mondo: «L’Italia ha un posto speciale nel mio cuore. È il paese dove ho colto il primo Mondiale nel 2008 e dove ho trascorso gli anni formativi della mia carriera. Negli ultimi 10 anni ho avuto l’opportunità e il privilegio di competere in molte delle principali corse italiane ma sentivo che qualcosa, ossia il Giro, mancava. Non penso che ci sia un corridore che non sogni di parteciparvi ed è per questo che sono onorato di annunciare che il 9 maggio prossimo sarò al via di Budapest. Con la Grande Partenza in Ungheria, il Giro d’Italia dell’anno prossimo mi dà l’opportunità di gareggiare vicino alla Slovacchia».

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile