Sjoerd van Ginneken in azione sul Kapelmuur © Instagram
Sjoerd van Ginneken in azione sul Kapelmuur © Instagram

Dicono basta in due: smettono Sjoerd van Ginneken e Kristoffer Skjerping

Il momento del ritiro è arrivato per due corridori, entrambi costretti ad assumere tale decisione non tanto per l’età quanto per l’assenza di reali alternative. Dopo cinque anni trascorsi alla Roompot-Charles e a seguito della chiusone del team, smette Sjoerd van Ginneken: il ventisettenne neerlandese è stato un gregario a disposizione dei capitani, attivo anche nelle classiche del pavé. Per lui nessuna vittoria in carriera ma diversi piazzamenti in top ten, cinque dei quali nel solo 2019.

È di un anno più giovane Kristoffer Skjerping, autore di una carriera sull’ottovolante: bronzo mondiale tra gli under 23 nel 2014 dietro a Bystrøm ed Ewan, il norvegese è passato professionista con la Cannondale ma dopo due deludenti stagioni è tornato in patria tra le Continental, militando nel 2019 con la Uno-X. I risultati sono stati buoni con due vittorie a livello UCI, ivi compresa quella Gylne Gutuer che sarà dunque l’ultima gara a cui avrà preso parte, ma come ha rivelato il ventiseienne a Procycling.no, non si è visto rinnovare il contratto dalla prossima compagine Professional e non ha trovato altra sistemazione, preferendo così dire addio alle due ruote.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile