Un anno di ciclismo 2019

Ripercorriamo con la nostra fotogallery i migliori momenti degli ultimi 12 mesi nel ciclismo maschile

Lo ricorderemo a lungo, o forse per sempre, come l’anno in cui il ciclismo mondiale fu investito, travolto, stordito da una nuova ondata di campioni, alcuni giovanissimi, destinati a monopolizzare le prime pagine per le stagioni a venire: il 2019, l’anno di Evenepoel e Van der Poel, di Pogacar e Bernal, di Pedersen e Bettiol, di classiche spettacolari e grandi giri combattuti, di esplosioni e implosioni, consacrazioni e rivelazioni, sorprese e premi alla carriera. Ritroviamo tutto ciò condensato nelle 25 foto che abbiamo scelto per questa nostra fotogallery di Natale!

25
Da maggio in poi il 2019 di Bob Jungels è stato abbastanza al di sotto delle aspettative, ma nelle classiche fiamminghe il lussemburghese era riuscito a rendersi protagonista con dei bei numeri. Il migliore è stato senza dubbio quello che gli ha permesso di conquistare di forza la Kuurne-Bruxelles-Kuurne: Jungels ha attaccato sul pavé a 65 chilometri dall'arrivo, ha portato via un gruppetto ristretto e poi negli ultimi 16 chilometri s'è involato tutto solo verso la vittoria. Fa sicuramente più piacere vederlo così, che correre in difesa per un piazzamento di rincalzo nei GT © Getty Images
« 1 di 25 »

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile