Mads Pedersen in azione nella 1a tappa del Tour Down Under © BettiniPhoto
Mads Pedersen in azione nella 1a tappa del Tour Down Under © BettiniPhoto

C’è una bizzarra forma di beneficenza dietro le controprestazioni di Mads Pedersen al Tour Down Under

Accade poco di sovente vedere un campione del mondo giungere all’ultimo posto in una corsa a tappe, terminando tutte le prove sempre in coda. Ma nel caso di Mads Pedersen, dietro al mistero non c’è altro che un modo poco ortodosso di fare beneficenza: inizialmente, lui e Koen De Kort avevano promesso di donare 1 dollaro a favore dell’emergenza incendi in Australia per ogni corridore che si sarebbero messi alle spalle in ogni tappa. Successivamente, facendo due conti e considerando le velleità della squadra (totalmente al servizio di Richie Porte), il danese ha deciso di ribaltare la scommessa: avrebbe raccolto 1 dollaro per ogni atleta che gli sarebbe finito davanti.

Ecco così che Pedersen si è ritrovato a raccogliere un bel gruzzoletto: 754 dollari, d’altronde il campione del mondo non è mai andato oltre la 111esima posizione, dannandosi principalmente per sfilare gli abbuoni agli avversari di Porte. Per De Kort invece, a conti fatti, sarebbero solo 133 dollari da donare.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile