Sebastián Molano vince ancora al Tour Colombia © Bettiniphoto
Sebastián Molano vince ancora al Tour Colombia © Bettiniphoto

Molano non ne sbaglia una: ancora beffato Hodeg al Colombia 2.1

Un’altra volata al Tour Colombia 2.1 2020 e un’altra vittoria per Juan Sebastián Molano. Ancora una volta il corridore della UAE Emirates ha beffato in dirittura Álvaro Hodeg (Deceuninck-Quick Step), il cui treno aveva fatto il grosso del lavoro, con tanto di momento thrilling con allungo di Julian Alaphilippe e Bob Jungels grazie a un buco formatosi su una curva strettissima all’ultimo chilometro.

Ma la legge della volata è stata ferrea, e il campione lussemburghese (ultimo a cedere) è stato risucchiato sul rettilineo finale. Edwin Ávila (Israel Start-Up Nation) ha tentato di anticipare lo sprint, ma poi Molano – ben pilotato da Sergio Henao – è uscito fortissimo e ha resistito al ritorno di Hodeg, inanellando il terzo successo in quattro giorni. Tutto questo è accaduto nella quinta tappa, da Paipa a Zipaquirá (città d’origine di Egan Bernal), 180 km con qualche difficoltà in avvio ma finale pianeggiante che favoriva un arrivo di gruppo.

Alle spalle di Molano e Hodeg si sono piazzati Jhonatan Restrepo (Androni-Sidermec), Travis McCabe (Israel), Colin Joyce (Rally Cycling), Juan Francisco Rosales (Canel’s), Richard Carapaz (Ineos), Ávila, Lars Saugstad (Uno-X Norwegian DT) e Diego Ochoa (EPM Scott). La classifica resta sostanzialmente invariata con Sergio Higuita (EF) al comando con 12″ su Daniel Martínez e 14″ su Jonathan Caicedo (entrambi suoi compagni di squadra), e poi 50″ su Egan Bernal (Ineos), 58″ su Carapaz, 1’14” su Fredy Montaña (EPM), 1’28” su Aldemar Reyes (EPM), 1’30” su Gavin Mannion (Rally), 1’31” su Sergio Henao (UAE) e Ochoa.

La fuga del giorno era stata annullata a 14 km dalla fine; si era messa in moto intorno al km 30 ed era passata da un vantaggio massimo di 5′. Nell’azione Simon Pellaud (Androni-Sidermec), Fabio Duarte e Robinson Chalapud (Medellín), Óscar Adalberto Quiroz (Colombia Tierra de Atletas-GW Bicicletas), Juan Fabio Suárez (EPM Scott), Walter Pedraza (Supergiros) e Byron Guamá (Ecuador). Con loro all’inizio c’era anche Mirco Maestri (Bardiani-CSF) che però si è staccato sull’Alto de Ventaquemada.

Domani  il Tour Colombia 2.1 2020 vivrà la sesta e ultima tappa da Zipaquirá all’Alto del Verjón a El Once, 182.6 km con arrivo in salita che sigillerà la classifica finale.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile