Un'immagine di corsa dell'Europeo di Alkmaar © UEC - Bettiniphoto
Un'immagine di corsa dell'Europeo di Alkmaar © UEC - Bettiniphoto

Ecco i percorsi dei Campionati Europei, non mancano le insidie

Gli organizzatori dei Campionati Europei su strada di Plouay, in programma dal 24 al 28 agosto prossimi, hanno presentato i percorsi che saranno utilizzati dai corridori nelle varie categorie, per una rassegna che è subentrata in corsa per sostituire la settimana originariamente prevista a Trento.

Il tracciato che verrà utilizzato per le gare in linea misura 13.7 km ed è caratterizzato da diversi strappetti; tra di questi manca la più famosa salitella della zona, la Côte de Ty Marrec, abituale punto di svolta del GP de Plouay. Ad ogni tornata il dislivello è di circa 195 metri e sicuramente renderà aperto l’esito delle varie gare.

Per quanto riguarda i giri da percorrere nelle varie categorie, gli uomini élite ne affronteranno 13 (per complessivi 177.5 km), gli uomini under 23 ne affronteranno 10 (per complessivi 136.5 km), le donne élite e gli uomini juniores ne affronteranno 8 (per complessivi 109.2 km), le donne under 23 ne affronteranno 6 (per complessivi 81.9 km) e le donne juniores ne affronteranno 5 (per complessivi 68.3 km). La staffetta mista vedrà invece la disputa di 4 giri (per complessivi 54.6 km), suddivisi equamente tra donne e uomini. Questa la altimetria:

Diverso, invece, il tracciato che verrà utilizzato per la prova a cronometro individuale: la lunghezza è di 25.6 km ed è ricco nella fase iniziale di strappetti per poi diventare più semplice nella seconda metà, fatta eccezione per lo strappo di Restergal che porta all’ultimo km. Tutte le categorie affronteranno una tornata del circuito, che presenta 343 metri di dislivello positivo.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile