Viktor Verschaeve in allenamento © Lotto Soudal
Viktor Verschaeve in allenamento © Lotto Soudal

Tour de Savoie, il giovane Verschaeve vince a Valfrejus

La seconda giornata del Tour de Savoie prevede due semitappe in linea; quella mattutina, la Moutiers-Valfrejus di 97.4 km, è da poco terminata. Sin dal via non sono mancati gli scatti sulla strada sempre all’insù e che ha portato dopo 25 km allo scollinamento del Col de la Madeleine, che ha visto transitare da solo Alexis Guérin (Team Vorarlberg Santic) con 1′ sul primo inseguitore Clément Carisey (Team Pro Immo Nicolas Roux) e circa 1’50” sul gruppo principale.

Nonostante una caduta in discesa, Guérin ha continuato l’azione, venendo raggiunto a una trentina di km dal termine da Carisey e da altri contrattaccanti come Pierre Gouault (Bourg-en-Bresse Ain), Sandy Dujardin (EC Saint-Etienne Loire), Simone Ravanelli (Androni Giocattoli-Sidermec), Alexandre Balmer (Groupama-FDJ Continental), Stefan Bennett (Team Pro Immo Nicolas Roux), Romain Hardy (Team Arkéa-Samsic), Viktor Verschaeve (Lotto Soudal Under 23) e Nils Sinschek (Development Team Sunweb).

Questi dieci iniziano l’ascesa verso il traguardo (10 km al 4.9%) con circa 1’15” sul gruppo, nel quale il capoclassifica Joab Schneiter (Swiss Racing Academy) perde terreno già nelle prime rampe. Davanti il giovane Viktor Verschaeve fa il forcing e stacca tutti poco prima di entrare negli ultimi 2 km, riuscendo a resistere al tentativo di rientro dei big dal gruppo e conquistando una preziosa vittoria, legittimando così il passaggio tra i professionisti nel 2021 con la Lotto Soudal.

Seconda piazza a 15″ per lo statunitense Gavin Mannion (Rally Cycling), giunto assieme al belga Maxim Van Gils (Lotto Soudal Under 23), al francese Pierre Rolland (B&B Hotels-Vital Concept) e all’ecuadoriano Alexander Cepeda (Androni Giocattoli-Sidermec). Ritardo di 21″ per lo svizzero Roland Thalmann (Team Vorarlberg Santic), il colombiano Miguel Florez (Androni Giocattoli-Sidermec) e lo spagnolo Adriá Moreno (Vélo Club Villefranche Beaujolais). Completano la top ten a 23″ l’instancabile francese Alexis Guérin (Team Vorarlberg Santic) e il belga Sylvain Moniquet (Groupama-FDJ Continental).

La maglia di leader della corsa passa sulle spalle di Thomas Champion (Bourg-en-Bresse Ain), oggi trentesimo a 1’43” da Verschaeve; il francese guida con 1’14” su Joab Schneiter, 2’55” su Gavin Mannion, 2’59” su Alexander Cepeda e 3’06” su Pierre Rolland. Per lui non sarà semplice difendersi nel pomeriggio nella Saint Michel de Maurienne-Valmenier, che misura solo 37 km ma che prevede il Col de Beauplan (10 km al 6.7%) seguito nel finale dall’ascesa verso Valmenier (12 km al 6.6%).

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile