Cholet Pays de la Loire 2021 – Dieci nomi

Partenza: Cholet ore 11.45
Arrivo: Cholet ore 16.25-16.45

Analisi del percorso: Un grande anello in senso orario intorno a Cholet, e un circuitino antiorario di 9 km in città, da ripetere 5 volte (e mezza), con la rampetta di Rue Jean Jaurès (600 metri al 6%) ad accogliere i tentativi di chi volesse provare a fare un minimo di selezione; la storia recente della corsa dice che non ci si riesce più di tanto. Comunque oltre 200 km (201.8 per la precisione), qualche velocista si perderà per strada, e il gruppo che arriverà a giocarsela – a meno di colpi di mano – ammonterà a qualche decina di unità. L’anno scorso la gara saltò per i motivi che sappiamo, due anni fa vi s’impose Marc Sarreau, presente anche domani.

1.Thomas Boudat

Ha un ottimo score nella corsa (l’ha peraltro vinta nel 2018), buoni piazzamenti nelle scorse settimane, lo stimolo del compagno che lo spingerà a dare il massimo…

2.Nacer Bouhanni

…Come “quale compagno”? Nacer ovviamente, per un’Arkéa a due punte che potrebbe implodere o magari dominare il podio. Lui, Bouhanni, sta circolando da tempo intorno alla vittoria, che sia la volta buona?

3.Elia Viviani

Prima o dopo il veronese dovrà sbloccarsi e regalare alla Cofidis il suo primo successo, magari – perché no – proprio in Francia. Diciamo che i tempi sono maturi.

4.Biniam Ghirmay

Il ventenne eritreo della Delko ha collezionato ottime prestazioni recentemente, ed è pure velocino. Se porta via un gruppetto può lasciare il segno.

5.Jon Aberasturi

L’abbiamo visto bene alla Per sempre Alfredo, ed è uno che non teme le salitelle. È esperto, va seguito con grande attenzione anche se è all’esordio in questa corsa.

6.Marc Sarreau

Non ha riempito gli occhi ultimamente, ma sarà lui il capitano di giornata in AG2R e troverà il modo di farsi trovare al posto giusto. Il risultato, poi, è sempre figlio di cento fattori, e non lo si può mai dare per certo.

7.Jake Stewart

Il secondo posto alla Omloop Het Nieuwsblad l’ha di colpo messo sotto i riflettori, e non è stato l’unico pezzo di bravura del suo 2021. A 21 anni è già tempo di assumersi la responsabilità dei gradi, e la Groupama crede in lui.

8.Stanislaw Aniolkowski

Decimo a De Panne, sesto a Koksijde: questi gli ultimi piazzamenti del campione polacco in carica, uno che non teme la battaglia e corre per una squadra (la Bingoal) che è partita a bomba in questa stagione.

9.Luca Mozzato

A Nokere ha fatto una gara di tutto rispetto, e il podio ottenuto è fin qui il miglior risultato da prof. Ma anche l’anno scorso non sono mancati bei piazzamenti nelle gare francesi. Sta crescendo bene.

10.Romain Cardis

Pochi giorni fa ha vinto una Paris-Troyes corsa all’attacco, il grande futuro ce l’ha probabilmente alle spalle, ma gli brucia essere sceso di categoria (dopo 5 anni da Bernaudeau è ora alla St Michel-Auber 93) e arde di voglia di riscatto.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile