Elia Viviani vincitore dell'Omnium a Rio 2016 © AP - Victor R. Caivano
Elia Viviani vincitore dell'Omnium a Rio 2016 © AP - Victor R. Caivano

E domani a Tokyo sarà in gara Viviani: metterà in palio il titolo dell’Omnium di Rio 2016

Dopo la sbornia olimpica del quartetto, domani scenderà in pista a Tokyo il quinto uomo della spedizione azzurra ai Giochi 2020, Elia Viviani. Il veronese è il campione uscente dell’Omnium ed è pronto a difendere il titolo di Rio 2016 al cospetto di un parterre da prendere con le molle: non sarà facile ma il podio sarebbe alla portata del miglior Viviani, che dovrà guardarsi principalmente dal francese Benjamin Thomas, dal britannico Matthew Walls e dall’australiano Sam Welsford, senza dimenticare il bielorusso Yauheni Karaliok, il polacco Szymon Sajnok, il neozelandese Aaron Gate, l’olandese Jan-Willem Van Schip e il giapponese Eiya Hashimoto che giocando in casa avrà stimoli supplementari.

La gara multipla partirà alle 8.30 italiane con lo Scratch e proseguirà alle 9.27 con la Tempo Race, alle 10.07 con l’Eliminazione e alle 10.55 con la conclusiva Corsa a punti. Pochi minuti di pausa tra una prova e l’altra, sarà fondamentale il fondo e di sicuro l’impegno sarà spossante. Nei ritagli tra una gara e l’altra dell’Omnium, in questa quarta giornata della pista olimpica procederanno i tornei – iniziati oggi – di Velocità maschile (che riparte dagli ottavi e arriverà ai quarti) e Keirin femminile, che riprende dai quarti per arrivare a conclusione con la finale in programma alle 10.45. In queste due prove non ci sono italiani in gara.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile