Per Niels Vandeputte è la prima vittoria in uno dei tre massimi circuiti
Ciclocross

Il Krawatencross di Lille incorona Van Empel e Vandeputte

La campionessa iridata chiude la stagione con l'ennesima vittoria davanti a Brand e Verdonschot. Tra gli uomini Vandeputte celebra la prima grande vittoria in carriera: battuti Nieuwenhuis e Wyseure

11.02.2024 16:30

Il Krawatencross di Lille, settimo appuntamento dell'X2O Trofee, ha chiuso il terzultimo fine settimana della stagione di ciclocross apertosi ieri con il Noordzeercross. Ecco com'è andata.

Krawatencross 2024, la gara femminile

Ai nastri di partenza della prova femminile era presente la campionessa del mondo Fem van Empel, alla sua ultima uscita stagionale. La neerlandese partiva ancora una volta con i gradi di superfavorita su una Lucinda Brand in crescita - ha vinto ieri a Middelkerke. Osservate speciali anche Leonie Bentveld (Pauwels Sauzen-Bingoal) e Laura Verdonschot (De Cesuter-Bonache), entrambe reduci da un ottimo Mondiale dove hanno ottenuto rispettivamente il bronzo tra le Under 23 e il 5° posto tra le élite.

Van Empel non ha fatto sconti e ha forzato il ritmo già dal primo giro, portandosi dietro Brand e scavando un distacco di 13" su un terzetto formato da Verdonschot, Bentveld e Annemarie Worst (Cyclocross Reds). Già alla fine della seconda tornata Brand ha dovuto cedere il passo a Van Empel, capace a sua volta di inanellare tre giri velocissimi e di cominciare l'ultimo giro con un vantaggio di 20" sulla connazionale. All'arrivo il vantaggio era ancora più ampio e ha permesso a Van Empel di conquistare un altro successo - il 19° su 21 gare stagionali! - per chiudere la stagione migliore della sua carriera. Brand ha chiuso al 2° posto, mentre la lotta per il podio si è risolta in favore di Verdonschot che ha preceduto Worst e Bentveld.

Fem van Empel vincente a Lille
Fem van Empel chiude una stagione superlativa con la vittoria nel Krawatencross di Lille

Krawatencross 2024, la gara maschile

Più incerta la gara maschile che vedeva al via diversi protagonisti di questa stagione, tra cui gli esperti Eli Iserbyt, Michael Vanthourenhout (Pauwels Sauzen-Bingoal), Joris Nieuwenhuis e Lars van der Haar (Baloise Trek Lions) oltre a una nutrita schiera di nuove leve guidata da Joran Wyseure (Crelan-Corendon), Niels Vandeputte (Alpecin-Deceuninck) e Cameron Mason (Cyclocross Reds).

Una partenza complicata ha costretto Vanthourenhout e Iserbyt a una lunga rimonta, mentre al comando si è subito formato un quartetto con Wyseure, Vandeputte, Van der Haar e Nieuwenhuis. Nel secondo giro il vantaggio dei primi quattro sul primo gruppo inseguitore, guidato da Jens Adams e Felipe Orts, è salito oltre i 10", dando prova di quanto fossero proprio loro i più in forma quest'oggi.

A metà gara, mentre Wyseure forzava il ritmo in testa, una caduta di Nieuwenhuis ha ridotto sensibilmente le possibilità di vittoria in casa Baloise Trek Lions. Con l'aiuto di un generoso Van der Haar il campione neerlandese è riuscito a rientrare su Wyseure e Vandeputte al comando della gara: è stato proprio questo terzetto ad iniziare l'ultimo giro con un vantaggio rassicurante. In vista delle tavole Vandeputte ha accelerato distanziando prima Wyseure e poi Nieuwenhuis, entrambi non eccellenti nel tratto tecnico. Il belga classe 2000 ha conservato un margine minimo ma sufficiente fino al traguardo; per lui si tratta della prima vittoria nell'X2O Trofee, ma è anche il primo successo in carriera in uno dei tre massimi circuiti. Nieuwenhuis ha chiuso al 2° posto anticipando Wyseure (3°).

Via libera alla camera ipobarica anche in Italia: sbagliavamo prima o sbagliamo adesso?
Tour de la Provence, Van Asbroeck beffa Bennett e Pedersen nell'ultima tappa