Bob Jungels in azione © Twitter
Bob Jungels in azione © Twitter

Gli ultimi titoli a cronometro di oggi: quarto sigillo per Jungels e Oliveira

Veniamo agli ultimi titoli a cronometro assegnati oggi: nel Lussemburgo prevedibile vittoria di Bob Jungels, campione nazionale per la quarta volta in carriera. La rivelazione del Giro d’Italia ha battuto, come l’anno scorso, Jempy Drucker (BMC Racing Team), dandogli 30″ di distacco. Terzo Alex Kirsch (Stölting Service Group).

Altro successo ineluttabile quello di Nelson Oliveira, campione del Portogallo anch’egli per la quarta volta, e per il terzo anno consecutivo. A Braga il passista del Movistar Team distanzia di 1’13” Joao Pimenta Costa Mendes (Bora-Argon 18) e Rafael Reis (W52).

Due vittorie per due atleti balcanici della Synergy Baku Cycling Project: una certezza Matjia Kvasina, che a Sveti Kriz Zacretjie si laurea per l’ottava volta campione di Croazia. Per Ioannis Tamouridis si tratta addirittura del decimo titolo in Grecia: il primo lo conseguì nel lontano 2000, quando aveva 20 anni.

E voliamo verso il Sudamerica, dove Pedro Gutiérrez Daza (Kino Táchira) si laurea campione di Venezuela a Tova. La breve distanza di 29,7 km ha reso la prova più incerta: 5″ i secondi che separano Gutiérrez da José Alarcón (Loteria del Táchira), 20″ da Anderson Timoteo Paredes (Gobierno de Yaracuy-Cavebici); fuori dal podio il campione uscente Yonder Godoy, a 39″.

In Brasile è la volta di Rodrigo Nascimiento (Sao Francisco) che batte gli attempati Marcus Novelo (Green Piracicaba) e Luiz Carlos Tavares (Osasco-Penks) rispettivamente di 17″ e 31″.

Archivio

La vignetta di Pellegrini