Il podio del campionato spagnolo in linea © Movistar Team
Il podio del campionato spagnolo in linea © Movistar Team

In Spagna tattica perfetta della Movistar: vince José Joaquín Rojas

Ad Alicante, sotto un sole particolarmente cocente, la Spagna ha incoronato il nuovo campione nazionale in linea élite: al termine dei 194 km nel percorso castigliano a vincere è stato José Joaquín Rojas. Il corridore del Movistar Team si è involato nel finale ed ha superato Ángel Vicioso (Team Katusha) e Jordi Simón (VERVA ActiveJet).

La corsa ha visto un attacco iniziale di Rubén Fernández (Movistar Team), José Herrada (Movistar Team), Miguel Ángel Benito (Caja Rural-Seguros RGA), Diego Rubio (Caja Rural-Seguros RGA), Alex Aranburu (Euskadi Basque Country-Murias), David Belda (Team Roth) e Cristián Rodríguez (Wilier Triestina-Southeast), partiti dopo circa 10 km e rimasti a lungo in avanscoperta con un margine massimo toccato dopo 40 km di 5′. Il primo dei sette a cedere è stato Benito, ripreso dal gruppo attorno ai meno 80 km, elemento che ha provocato l’inizio del lavoro in testa al gruppo della Caja Rural-Seguros RGA.

Belda e Fernández si avvantaggiano dagli altri fuggitivi ai meno 70 km e proseguono con circa 1’30” sul plotone dal quale nella salita che caratterizza il circuito attaccano Sergio Pardilla, José Joaquín Rojas, Jordi Simón e Ángel Vicioso. Costoro riescono a riprendere i due di testa dando vita ad un sestetto che, ai meno 50 km, viaggia con 30″ di margine.

Su di loro cercano di riportarsi sette contrattaccanti ossia Imanol Erviti (Movistar Team), Francisco Ventoso (Movistar Team), Jonathan Lastra (Caja Rural-Seguros RGA), Miekl Iturria (Euskadi Basque Country-Murias), Alberto Losada (Team Katusha), Miguel Ángel Mate (Cofidis, Solutions Crédits), Iván García Cortina (Klein Constantia) e Víctor Etxebarria (Radio Popular Boavista). Ai meno 40 km la situazione vede i battistrada con 35″ sui contrattaccanti e 1’15” sul gruppo principale.

Il plotone si dà uno scossone e ai meno 30 km si riavvicina fino ai 50″ sulla testa della corsa, mentre il drappello di sette rimane sempre a metà strada. Ai meno 22 km Rojas, Simón e Vicioso attaccano e riescono a far salire sul proprio margine sul gruppo (che nel frattempo ha ripreso i contrattaccanti) ai meno 20 km a ben 1′.

A provare a cambiare le sorti ci pensa Rubén Plaza che cerca l’allungo in compagnia di Mikel Landa e Luis León Sánchez: su di loro c’è però l’asfissiante marcatura di Jesús Herrada e Alejandro Valverde che non li lasciano andare. Davanti intanto Belda e Pardilla riescono a rientrare poco prima dei meno 10 km, quando il gruppo paga 30″ dai cinque al comando.

Ai meno 8 km ecco l’attacco buono di Rojas che saluta i quattro avversari e si invola verso il traguardo. Nulla possono Vicioso e Simón, che arrivano distanti di 7″. Per Rojas è la seconda vittoria al campionato nazionale dopo quella del 2011.

A 13″ arriva il gruppo con la volata vinta da Alejandro Valverde (Movistar Team) sul compagno di squadra Jesús Herrada. Il resto della top ten vede Vicente García (Louletano-Hospital de Loulé), Carlos Barbero (Caja Rural-Seguros RGA), Francisco Ventoso (Movistar Team), Luis León Sánchez (Astana Pro Team) e Ángel Madrazo (Caja Rural-Seguros RGA).

Archivio

La vignetta di Pellegrini