Alberto Contador premiato sul podio © Vuelta Burgos
Alberto Contador premiato sul podio © Vuelta Burgos

Finale thrilling a Burgos: ultima tappa a Pardilla, generale a Contador per 1″

La quinta e conclusiva frazione della Vuelta a Burgos ha messo in gioco fino all’ultimissima battuta il titolo della corsa. Nella Caleruega-Lagunas de Neila di 163 km si è assistito ad un attivissimo Gianluca Brambilla ma il vicentino della Etixx-Quick Step non ha avuto gioia: a vincere in cima alla salita è stato Sergio Pardilla, che torna al successo per la prima volta dopo il terribile incidente patito un anno fa alla Vuelta al País Vasco, a seguito dal quale si temeva un prematuro ritiro.

Il corridore della Caja Rural-Seguros RGA ha preceduto di 17″ Alberto Contador (Tinkoff), di 22″ Ben Hermans (BMC Racing Team), di 24″ Adam Yates (Orica-BikeExchange), di 31″ Igor Antón (Team Dimension Data), di 34″ Peter Kennaugh (Team Sky), di 43″ Rubén Fernández (Movistar Team), di 1′ Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale), di 1’03” Gianluca Brambilla e di 1’16” Matvey Mamykin (Team Katusha).

Per celebrare l’affermazione lo spagnolo ha esultato nei metri precedenti al traguardo: questo, col senno del poi, gli ha impedito il colpo doppio. Perché Pardilla chiude la classifica al terzo posto con 1″ di ritardo dal vincitore, ossia Alberto Contador. A 1″, ma in seconda posizione, c’è Ben Hermans; vicini anche gli altri, a partire da Yates a 4″. Completano la top 10 Kennaugh a 11″, Fernández a 16″, Brambilla a 36″, Mamykin a 57″, Antón e Pozzovivo a 1’04”.

 

Archivio

La vignetta di Pellegrini