Vincenzo Nibali e Elia Viviani al Dubai Tour © Getty Images - Giuseppe Cacace
Vincenzo Nibali e Elia Viviani al Dubai Tour © Getty Images - Giuseppe Cacace

Ranking UCI, l’Italia si invola fra le nazioni. E Nibali è secondo dietro a Froome

Le numerose gare tenutesi nel corso della settimana hanno modificato il ranking UCI. Per quanto riguarda la classifica individuale, immutata la prima posizione di Chris Froome (Team Sky) che guida con 3654.43 punti. Pur senza correre, Vincenzo Nibali passa dal terzo al secondo posto: l’alfiere della Bahrain Merida beneficia della mancata riconferma di Greg Van Avermaet, che non riesce a rivincere E3 Harelbeke e Gent Wevelgem. L’azzurro è dunque secondo con 3220 punti mentre il belga del BMC Racing Team scende a 3014.57.

Con la riconferma del titolo alla Volta a Catalunya Alejandro Valverde (Movistar Team) resta quarto con 2992 punti. Tuttavia il murciano viene tallonato da un arrembante Elia Viviani: il veronese della Quick Step Floors, grazie al successo a De Panne e alla piazza d’onore alla Gand, passa in un colpo solo dall’undicesimo al quinto posto con 2990 punti.

Seguono in top 10 Alexander Kristoff (UAE Team Emirates) con 2979 punti, Peter Sagan (Bahrain Merida) con 2880, Michael Matthews (Team Sunweb) con 2512, Tom Dumoulin (Team Sunweb) con 2452 e Arnaud Démare (Groupama-FDJ) con 2410. Il terzo italiano è Diego Ulissi (UAE Team Emirates), tredicesimo con 2039 punti.

Per quanto riguarda la classifica per nazioni, l’Italia prende letteralmente il decollo grazie ai risultati ottenuti nelle prove belghe da Moscon, Trentin e Viviani: se lunedì scorso il margine sulla prima inseguitrice era di 357 punti, ora il gap sfiora addirittura i 1500 punti. Gli azzurri sono primi con 15874.43 punti mentre il Belgio scende a 14383.57. Cambio sull’ultimo gradino del podio, con la Francia che scavalca la Spagna: 11827 punti per i transalpini, 11494 per gli iberici.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile