Rodrigo Nascimento conquista il titolo brasiliano © Luis Cláudio Antunes
Rodrigo Nascimento conquista il titolo brasiliano © Luis Cláudio Antunes

Titoli nazionali, i risultati da Brasile, Costa Rica, Iran, Moldava, Tunisia e molto altro

Dopo il successo nel 2013 Rodrigo Nascimento è tornato a laurearsi campione nazionale in linea del Brasile. Il trentatreenne della São Francisco Saude, nella gara di 153 a Maringá, è riuscito a precedere di 5″ Alessandro Ferreira (Rio de Janeiro) e di 11″ Fernando Finkler (Guerciotti Kiwi Atlantico).

Prova in linea in Guatemala, con la vittoria di Juan Vasquez, capace di precedere per 28″ Nervin Jiatz e per 1’02” Alfredo Ajpacaja. Nella non troppo distante Guyana titolo in linea per il diciannovenne Curtis Day. In Costa Rica, invece, bella prova di forza di Joseph Chavarría: nei 145 km di San Carlos l’alfiere della Nestlé-7C Giant ha distanziato di 25″ Rolando González (303 Project) e Daniel Jara (EC Colono).

Per il secondo anno di fila il mitologico Mirsamad Pourseyedi, uno che, prima di venir pizzicato dall’antidoping, faceva fuoco e fiamme nel circuito asiatico, ha conquistato il titolo di miglior cronoman dell’Iran. Il trentaduenne, con il tempo di 42’04”, ha preceduto di 10″ Hosseini Reza e di 17″ Behnam Ariyan, entrambi del Pishgaman Giant Team.

Fine settimana con doppio appuntamento in Kuwait ma con un unico vincitore: a far propri entrambi i titoli è stato Saeid Jafer Al Ali, ventinovenne del Massi Kuwait, medesima formazione di tutti i componenti del podio. Nella prova contro il tempo ha preceduto Khaled Al Khalaifah e Salman Al Saffar, nella prova in linea ha battuto lo stesso Al Khalaifah e Anas Al Kandari.

In Moldavia sono tre i corridori di discreto livello, per altro tutti visti nel panorama dilettantistico italiano, a sfidarsi per i vari titoli: questa volta, nella prova in linea di 130 km a Chisinau, a prendere il tricolore è stato Maxim Rusnac, vincitore dell’edizione 2015. Il venticinquenne, tesserato per il Team Differdange-Losch, ha preceduto Nicolae Tanovitchii (Team Novak) e Cristian Raileanu (Torku Sekerspor).

Aveva già vinto la cronometro, oggi ha bissato con la prova in linea. In Georgia si fa strada il nome del diciannovenne Tamaz Tserteli, diventato campione nel paese caucasico. Battuto per 3″ Sulkhan Akhmaevi mentre terzo a 6’44” è stato Giorgi Suvadoglu.

Anche in Tunisia si è assistito ad una conferma: merito di Ali Nouisri, al momento il corridore più forte del paese. Il ventiquattrenne del VIB Sports ha avuto la meglio nella prova in linea su Maher Hasnaoui e su Hassen Ben Nasr.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile