Gage Hecht dedica il successo alla Colorado Classic © Jered Gruber
Gage Hecht dedica il successo alla Colorado Classic © Jered Gruber

Colorado Classic, il giovanissimo Gage Hecht beffa tutti con una splendida azione a Vail

La seconda edizione del Colorado Classic, prova di quattro giorni che ha provato a colmare l’assenza dello USA Pro Challenge, ha preso oggi il via con una frazione a Vail: nella nota località sciistica i corridori hanno affrontato otto giri di un circuito per complessivi 109.1 km. Nel menu anche un tratto di sterrato in salita.

All’inizio dell’ultima tornata sono quattro i battistrada, vale a dire il canadese Alex Cataford (UnitedHealthcare), il neerlandese Pascal Eenkhoorn (Team LottoNL-Jumbo), il danese Niklas Eg (Trek-Segafredo) e lo statunitense Gage Hecht (Aevolo), che possiedono 30″ sul plotone. Proprio Hecht, sull’ultimo tratto di sterrato a 11.5 km dalla conclusione, attacca riuscendo a distanziare i compagni di fuga.

Nel gruppo, dopo il lavoro dei suoi gregari, Daniel Martínez (Team EF Education First-Drapac) scatta, con solo un uomo della UnitedHealthcare a non perdere terreno: ma una volta terminata la salitella altri colleghi rientrano, andando tutti assieme a riassorbire Cataford, Eenkhoon e Eg a 7.5 km dalla fine.

Hecht, dal canto suo, continua lo sforzo: a 4 km dalla fine il ventenne ha una ventina di secondi abbondante sul plotone tirato da uomini di EF Education First, LottoNL-Jumbo, Mitchelton-Scott e UnitedHealthcare. Quei 20″ rimangono ancora ai meno 2 km e persino ai meno 1000 metri il baby statunitense ha un bel margine.

Sfruttando la discesa pressoché ininterrotta fin sul traguardo, Gage Hecht va a cogliere il primo successo della ancor giovane carriera che si preannuncia molto interessante. Il portacolori della Aevolo (alla seconda gioia stagionale) ha mantenuto un margine di 6″ sul gruppo, regolato da Travis McCabe. Lo sprinter della UnitedHealthcare, non conscio della presenza di un fuggitivo ancora superstite, ha tagliato il traguardo a braccia alzate.

Completano la top 10 Joe Lewis (Holowesko-Citadel), Serghei Tvetocv (UnitedHealthcare), Christopher Blevins (Hagens Berman Axeon), Ty Magner (Rally Cycling), Michael Hernandez (Aevolo), Edwin Ávila (Israel Cycling Academy), Toms Skujins (Trek-Segafredo) e Taylor Phinney (Team EF Education First-Drapac).

Domani si rimane ancora Vail, ma con una cronometro individuale. O meglio, una cronoscalata di 15.9 km fino a quasi quota 3000 metri di altitudine.

Visita lo store di Cicloweb!

Dal nostro Store

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile