Kreder vince al Tour of Japan, Imerio Cima finisce a terra © Tour of Japan
Kreder vince al Tour of Japan, Imerio Cima finisce a terra © Tour of Japan

Tour of Japan, volata vincente per Kreder. Cima 4° con caduta, nei 10 anche Zurlo e Stacchiotti

Volata doveva essere e volata è stata nella quarta giornata del Tour of Japan. La Mino-Mino di 139.4 km si è risolta con la vittoria di Raymond Kreder: per l’esperto neerlandese del Team UKYO, già visto in azione con le maglie di Garmin e Roompot, si tratta della terza affermazione stagionale.

Sul podio di giornata salgono il giapponese Kazushige Kuboki (Team Bridgestone Cycling) e il venezuelano Orluis Aular (Matrix Powertag). Alle loro spalle tre italiani, ossia Imerio Cima (Nippo-Vini Fantini-Faizanè), Federico Zurlo (Giotti Victoria) e Riccardo Stacchiotti (Giotti Victoria). Completano la top 10 i giapponesi Saya Kuroeda (Shimano Racing Team),  Ryu Suzuki (Utsunomiya Blitzen), Hayato Okamoto (Aisan Racing Team) e Hayato Yoshida (Nippo-Vini Fantini-Faizanè).

Da segnalare che, subito dopo aver tagliato il traguardo, Imerio Cima è caduto causa contatto con Riccardo Stacchiotti; nel capitombolo sono stati coinvolti altri atleti fra cui il colombiano Hernán Aguirre (Interpro Cycling Academy), tra i pretendenti alla vittoria finale.

La classifica generale non cambia e vede al comando l’australiano Benjamin Hill (Ljubljana Gusto Santic) con 1″ sul connazionale Ayden Toovey (Team BridgeLane) e 2″ sul ceco Adam Toupalik (Team Sauerland NRW). Domani in programma una frazione di 123.6 km a Minami Shinshu, con un circuito da ripetere 10 volte caratterizzato da una breve ma insidiosa salitella.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

Versione stampabile