Gioele Bertolini esulta a Gorizia © Michele Mondini
Gioele Bertolini esulta a Gorizia © Michele Mondini

Gioele Bertolini salta la stagione del ciclocross per focalizzarsi sulla MTB

Esattamente fra 365 giorni i Giochi Olimpici 2020 di Tokyo verranno ufficialmente aperti. Tra chi spera di essere presente vi è anche Gioele Bertolini: il ventiquattrenne valtellinese vuole fortemente prendere parte alla rassegna a cinque cerchi e ha optato per una decisione sicuramente non semplice. Nel prossimo inverno, infatti, Bertolini non si cimenterà nel “suo” ciclocross, disciplina dove è indiscutibilmente il numero uno in Italia e uno dei volti più competitivi sul panorama internazionale non provenienti da Belgio e Paesi Bassi, per iniziare a prepararsi specificatamente per la MTB.

Queste le parole di Alessandro Guerciotti, che sponsorizzava l’omonimo team per cui Bertolini ha militato in questi anni: «Per noi Gioele Bertolini ha rappresentato moltissimo e penso che dopo Daniele Pontoni sia il corridore che più ci ha fatto emozionare e gioire. Epica direi, la battaglia all’ultimo giro con Marco Aurelio Fontana agli italiani di ciclocross di Silvelle, che ha rappresentato un vero passaggio di consegne e un vero spot pubblicitario per il ciclocross. Unico rammarico non essere riusciti a conquistare quella maglia iridata, o almeno un podio, dove siamo stati vicinissimi soprattutto a Zolder, fermati da una foratura. Ma questo non toglie certo valore al livello di Bertolini».

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini




Versione stampabile