La Total Direct Énergie prima del via del Tour de France © Total Direct Énergie
La Total Direct Énergie prima del via del Tour de France © Total Direct Énergie

Ora è ufficiale, la Total Direct Énergie rinuncia al Giro d’Italia 2020

Nei giorni scorsi la voce era circolata a più riprese, senza che i diretti interessanti intervenissero. Per porre fine alle speculazioni, dunque, la Total Direct Énergie ha deciso di pronunciarsi in merito alla eventuale partecipazione al Giro d’Italia 2020; in seguito alla nuova riforma, la miglior formazione Professional dell’annata precedente ha la facoltà di prendere parte a tutte le prove World Tour dell’anno seguente, scegliendo a quali schierarsi.

La compagine vandeana ha annunciato che non sarà al via della prossima Corsa Rosa. La motivazione addotta consiste nella ristrettezza dell’organico, composto di 24 elementi, che costringe ad effettuar delle scelte. Il team manager Jean René Bernaudeau spiega così la decisione: «Dopo discussioni con la direzione sportiva abbiamo deciso di non partecipare al prossimo Giro. Quando abbiamo avuto la garanzia di concludere al primo posto tra le Professional, avevamo di fatto già chiuso la campagna acquisti e non c’era sufficiente modo per migliorarlo. Se andassimo al Giro, ci esporremo a potenziali problemi dal punto di vista del roster, riducendo le opportunità in altri eventi».

A festeggiare è anche Mauro Vegni con tutta RCS Sport, che così avrà la possibilità di invitare tre formazioni Professional come wildcard invece delle due che altrimenti sarebbero potute essere prescelte.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile